Body Rice > Hugo Vieira da Silva

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Un gruppo di ragazzi disadattati provenienti dalla Germania viene mandato in una regione isolata del Portogallo nell’ambito di un programma di reinserimento. Tra loro c’è Katrin, una giovane delinquente, che stringerà un rapporto con Julia e con Pedro, un ragazzo del posto che sembra vivere lo stesso disagio.

I personaggi di questo film vagano per uno scenario deserto mostrando la loro apatia e oppressione. Il regista li segue riprendendoli a scena fissa per lunghi minuti mentre fumano, ballano, parlano (molto poco) e vivono ognuno il proprio personale approccio all’angoscia e al vuoto. Il regista sembra voler portare lo spettatore allo stesso stato d’animo, più che renderlo testimone distante. E ci riesce. Un film a tratti estremo, comunque disturbante e interessante per le reazioni che suscita.

59. Festival internazionale del film Locarno (sezione Competizione internazionale)

Hugo Vieira da Silva, 1974, si diploma nel 1988 presso la Scuola superiore di arti drammatiche e cinema di Lisbona. Lo stesso anno realizza Arte publica, premio Kodak per il migliore documentario portoghese. Segue, l’anno successivo, Grupo puzzle, documentario su uno dei più importanti collettivi di artisti plastici portoghesi degli anni ‘70. Body Rice è il suo primo lungometraggio di finzione.

Roberto Rippa

 

Body Rice
(Portogallo, 2006)
Regia e sceneggiatura: Hugo Vieira da Silva
Immagine: Paulo Ares
Montaggio: Paulo Milhomens
Interpreti: Sylta Fee Wegmann, Alice Dwyer, André Hennicke, Julika Jenkins, Pedro Hestnes, Luis Guerra
35mm
120’

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+