Freigesprochen > Peter Payer

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Trama

Thomas Hadetz, addetto al traffico ferroviario nella stazione di Himmelstal, si lascia distrarre da una visita della giovane Anna, con cui intrattiene una relazione extraconiugale, e causa un incidente con ventidue morti e più di cento feriti gravi.
Al processo contro di lui, testimone per l’accusa è la moglie, che l’ha visto baciare Anna, mentre la testimonianza di quest’ultima, che lo difende, lo fa assolvere. Il senso di colpa, però, avrà effetti devastanti.

Commento

Uno spunto interessante che avrebbe potuto portare a considerazioni sull’effetto del senso di colpa sulla vita di due persone, risolto con una serie di colpi di scena, nelle intenzioni ma in realtà più che prevedibili, con personaggi tagliati con l’accetta senza che ci sia mai un minimo di approfondimento. I due personaggi principali sfogano il loro senso di colpa copulando vivacemente (del resto, chi non avvertirebbe un minimo di fregola dopo avere causato un incidente con una ventina di morti e un centinaio di feriti?) per tentare disperatamente di aggrapparsi alla vita, come sembrerebbe suggerire il regista. I due personaggi principali vagano per il film senza che si possa intuire le loro intenzioni. Anna tradisce con Thomas il fidanzato macellaio che le ha appena chiesto di sposarlo e passa il suo tempo osservando ciò che accade dalla finestra della camera dell’albergo di famiglia in cui si guarda bene dal rendersi utile. Per Thomas il massimo del romanticismo nei confronti della moglie è regalarle cardi e prometterle di portarla a mangiare pesce al ristorante. Tutto, nel film, sembra stiracchiato per arrivare al minutaggio, senza che nessuno degli spunti venga davvero approfondito o utilizzato.
Il finale inevitabilmente drammatico chiude una storia che gira su sé stessa ormai da tempo senza lasciare alcuna traccia degna di nota.

Freigesprochen (Austria-Lussemburgo, 2007)
Regia, sceneggiatura: Peter Payer
Soggetto: Ödön von Horwath (dalla sua pièce teatrale Der jüngste Tag)
Musiche: Andre Mergenthaler, Walter W. Cikan
Fotografia: Andreas Berger
Montaggio: Cordula Werner
Interpreti principali: Frank Giering, Lavinia Wilson, Corinna Harfouch, Robert Stadlober
96′

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+