Tag '2010'

Eu não quero voltar sozinho > Daniel Ribeiro

Eu não quero voltar sozinho > Daniel Ribeiro

Eu não quero voltar sozinho, quarto cortometraggio di Daniel Ribeiro, si apre su uno sguardo rivolto al vuoto. È quello di Leo, cieco dalla nascita, che sta seguendo una lezione scrivendo su una tastiera Braille. Dietro di lui, Gabriel, nuovo arrivato a scuola, e a fianco l’amica Giovana, con cui ogni giorno condivide il percorso verso casa, un rito che

Av Mevsimi > Yavuz Turgul

Av Mevsimi > Yavuz Turgul

«La prima cosa che dico ai nuovi arrivati alla Sezione omicidi è: se guardate alle cose da una sola prospettiva, vedrete una sola cosa e ciò che vedrete sarà la soluzione o qualcosa che si frappone tra voi e la realtà?» (Ferman)   Della stagione di caccia del titolo è oggetto una giovanissima ragazza di cui viene ritrovato un braccio

Çoğunluk (Majority) > Seren Yüce

  NULLA È PIÙ RIPUGNANTE DELLA MAGGIORANZA Çoğunluk (Majority) • Seren Yüce • Turchia/2010 articolo tratto da RC numero39   Mertkan conduce una vita semplice a Istanbul: il lavoro come aiutante nell’ufficio dell’impresa di costruzioni di suo padre, le uscite serali con gli amici, i giri con la costosa auto del padre, non sente l’urgenza di dare significato al vuoto della

Low Cost (Claude Jutra) > Lionel Baier

  LOW COST (CLAUDE JUTRA) di Lionel Baier Svizzera / 2010 / colore / francese / 54′ Sin da quando ha 9 anni, David Miller conosce la data esatta della sua morte. Quando la scadenza si avvicina, decide di incontrare per l’ultima volta le persone che gli sono care, ossessionato dall’idea di imparare a farsi il nodo per la cravatta

Muro (Wall) > Juanma Carrillo

Un cantiere in piena attività, un muro. Un uomo attende impaziente l’arrivo di qualcuno. Mentre i suoni del cantiere si fanno sempre più presenti, arriva un secondo uomo,  oggetto dell’attesa. L’incontro, interrotto da una telefonata mentre il rumore di fondo copre ogni parola, appare affettuoso ma basta qualche secondo e il linguaggio del corpo si fa sempre più chiaro e

I’m Still Here > Casey Affleck

I’m Still here (Joaquin Phoenix – Io sono qui! Casey Affleck, USA/2010) Al contrario di Bob Dylan, Joaquin Phoenix è qui. E al contrario di Bob Dylan, Joaquin Phoenix è qui con una barba lunghissima, un caratteraccio poco gestibile e il sogno di diventare il nuovo astro nascente del rap statunitense. Questo naturalmente solo dopo aver abbandonato per sempre il

Aurora > Cristi Puiu

Per il suo terzo lungometraggio dopo “Marfa si banii” del 2001 e, soprattutto, “Moartea domnului Lazarescu” (“The Death of Mr. Lazarescu”), premiato a Cannes nella sezione Un certain regard nel 2005, Cristi Puiu fa ricorso agli stessi elementi di quest’ultimo: lunghi piani sequenza, scene filmate in tempo reale (come accadeva nel capolavoro di Chantal Akerman “Jeanne Dielman, 23, quai du

Lena Dunham | Tiny Furniture

Tiny Furniture Regia, sceneggiatura: Lena Dunham (USA, 2010) Edizione Criterion, 14 febbraio 2012 2 dvd / Blu-ray Lena Dunham ha iniziato a fare circolare i suoi primi video attraverso YouTube ma il suo talento è veramente emerso grazie a questa commedia eccezionalmente tagliente che ha portato l’attrice-sceneggiatrice-regista ventiquattrenne ad essere paragonata a Woody Allen. Qui interpreta il ruolo di Aura, una

Loong Boonmee raleuk chat > Apichatpong Weerasethakul

IL LIBRO THAILANDESE DEI MORTI Loong Boonmee raleuk chat (Lo zio Boonme che si ricorda delle sue vite precedenti) di Apichatpong Weerasethakul (Tailandia-Gran Bretagna-Francia-Germania-Spagna-Olanda/2010) recensione a cura di Leonardo Persia Come il Bardo Thodol, a cui si è ispirato recentemente pure Gaspar Noé, Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti illustra un viaggio di preparazione alla morte. Morte