Tag '63. Mostra d’arte cinematografica di Venezia'

Venezia 63 – Consuntivo

Dovendo sintetizzare con un solo concetto l’impressione che ho ricavato da questa Mostra mi verrebbe da dire che molti dei film presentati sono stati girati senza prima essere stati scritti. Da qui la frequente impressione di avere assistito a numerosi, spesso impeccabili, esercizi di stile pronti a farsi dimenticare proprio per l’assenza di sostanza. Non sorprenda quindi che fino a

A Guide To Recognizing Your Saints > Dito Montiel

Dito e Antonio. Antonio e Dito. Un mondo che scorre loro intorno. Scatti, flashback, differenti prospettive, dejà-vu. E’ un mondo di ragazze e ragazzi che tentano di crescere in un difficile quartiere periferico di Queens, New York, rappresentato alla maniera di Spike Lee. Una violenza sempre latente, la disgrazia dietro l’angolo, ma anche amore, sesso e amicizia. Due padri. Uno

L’intouchable > Benoît Jacquot

La ragazza più antipatica del mondo parte dalla Francia alla volta dell’India, dove spera di incontrare il padre che non ha mai conosciuto. In un’India per metà da cartolina e per metà da “mondo-movie” (l’insistito primo piano sui cadaveri che vengono bruciati, gli insistiti primi piani su seno, sedere, pube di lei durante un massaggio), lo incontrerà ma non è

Farväl Falkenberg > Jesper Ganslandt

In una cittadina svedese sul mare, la Falkenberg del titolo, cinque amici guardano al loro futuro ma non riescono a staccarsi dal loro passato. A un certo punto uno tra loro si ucciderà e questo porterà tutti a guardarsi meglio e crescere. Per questa opera prima del ventottenne Ganslandt si è speso addirittura il nome di Terence Malick ma il

Daratt > Mahamat-Saleh Haroun

Ciad: il giovane Atim parte, spinto dallo zio, dalla campagna alla volta della capitale per incontrare e uccidere il criminale di guerra che ha ucciso anni prima suo padre. Quando lo incontra, scopre che è un panettiere malato e, malgrado la giovane moglie, solo e prigioniero dei fantasmi del passato. Affezionatosi a Atim, gli da un lavoro e lo ospita.

Azuloscurocasinegro > Daniel Sánchez Arévalo

Jorge lavora come portiere, lavoro ereditato dal padre affetto da demenza senile che deve accudire, suo fratello Antonio conosce in prigione una donna che vorrebbe mettere incinta perché possa essere trasferita nella sezione maternità e non subire più angherie da parte delle compagne, Israel, che ama farsi chiamare Sean in quanto assomiglia a Sean Penn, fotografa gli incontri omosessuali del

Nue propriété > Joachim Lafosse

Gruppo di famiglia in un (malsano) interno: una donna, divorziata da anni con rancore, abita in una casa di campagna, che ha conosciuto tempi migliori, con i due figli gemelli maggiorenni che, con gelosie e dinamiche infantili, non le permettono di vivere. Certo, anche lei è ambigua nell’esprimere il suo bisogno di indipendenza da loro. Quando deciderà di lasciarli per

Hiena > Grzegorz Lewandowski

Trama In un villaggio della Slesia, lungo la strada che porta a scuola, il piccolo Maly e i suoi amici commentano storie spaventose che riguardano un uomo violento che causò la fuga del figlio. Il padre di Maly un giorno muore misteriosamente in un incidente in miniera e poco dopo si sparge la voce che una iena è fuggita e

Hei Yanquan > Tsai Ming-liang

In una Malesia moderna (è Kuala Lumpur), piena di immigrati sfruttati e costretti a vivere in bidonvilles improvvisate o tra il nudo cemento di palazzi in costruzione, un immigrato cinese viene picchiato e quindi soccorso da un ragazzo del Bangladesh che lo accudisce con grande amorevolezza. Dall’altra parte della città, intanto, una ragazza cinese si prende cura di un anziano

Infamous > Douglas McGrath

McGrath racconta Truman Capote. Anzi, racconta la genesi della sua opera forse più interessante: quel famoso “In Cold Blood” (in italiano “A sangue freddo”) citato come primo esempio di reportage di cronaca scritto in forma di romanzo. La storia vede due giovani delinquenti, trasformatisi in spietati assassini di un’intera famiglia quando una rapina finisce male e poi condannati alla pena