Tag '67. Festival internazionale del film Locarno'

L’abri > Fernand Melgar

67. Festival internazionale del film, Locarno. Concorso internazionale   C’è qualcosa di profondamente sbagliato in questo film, ai miei occhi. Qualcosa di addirittura indisponente. Non è l’onestà del suo autore ad essere messa in dubbio, né la bontà delle sue intenzioni. Il problema è che Fernand Melgar ha riprodotto qui lo stesso identico approccio formale usato per le due precedenti

Durak (The Fool) > Yury Bykov

    67. Festival internazionale del film, Locarno. Concorso internazionale   È la madre del protagonista a chiarire il senso del titolo quando accusa il figlio di essere pazzo (nei sottotitoli, più direttamente e fedelmente al titolo originale, un idiota. E menzionare Dostoevskij potrebbe non essere fuori luogo), accomunandolo nell’insulto al padre, ex operaio oggi malato, persona onesta, per nulla

Locarno 67 // Pardo d’onore a Agnès Varda

La poliedrica regista francese sarà premiata durante il 67° Festival del film Locarno (6 – 16 agosto) con il Pardo d’onore Swisscom.   Dopo aver lavorato come fotografa di teatro, Agnès Varda debutta alla regia nel 1954 con il lungometraggio La Pointe Courte, con Philippe Noiret, anch’egli al suo primo ruolo. Il film, che vede Alain Resnais al montaggio, s’impone

Locarno 67 // La nuova generazione americana

Buzzard, Joel Potrykus Listen Up Philip di Alex Ross Perry (Concorso internazionale) e Buzzard di Joel Potrykus (Concorso Cineasti del presente) segnano il ritorno di due registi lanciati nelle scorse edizioni del Festival.   Il 67° Festival del film Locarno (6 – 16 agosto) conferma l’interesse verso i protagonisti del nuovo cinema statunitense indipendente, che sta dimostrando grande vitalità negli

Locarno 67 // Retrospettiva Titanus

  La Retrospettiva della 67a edizione del Festival del film Locarno (6–16 agosto 2014) sarà dedicata alla casa di produzione italiana Titanus.   Il Festival di Locarno torna a omaggiare una grande casa di produzione, dopo la retrospettiva del 1984 dedicata alla Lux. Il programma vuole riscoprire in tutta la sua ampiezza, grazie alla stretta collaborazione con l’odierna Titanus, il