Tag 'A.I.P.'

Slaughter’s Big Rip-Off > Gordon Douglas

Slaughter’s Big Rip-Off (Un duro al servizio della polizia) Regia di Gordon Douglas (USA/1973) recensione a cura di Leonardo Persia Slaughter’s Big Rip-Off estende la blackness del primo Slaughter, ora non più concentrata (quasi) esclusivamente sul personaggio principale. Ci sono Marcia (Gloria Hendry), la fidanzata del protagonista (che non gli impedisce le solite avventure con le donne bianche), l’amico Warren

Slaughter > Jack Starrett

Slaughter (Slaughter uomo mitra) Regia di Jack Starrett (USA/1972) recensione a cura di Leonardo Persia Darius James considera Slaughter di Jack Starrett «il primo, vero film mondiale della blaxploitation». Un «James Bond economy class… che non mostra nessun’altra aspirazione, a parte quella di replicare la formula dei suoi predecessori commerciali». Le intenzioni puramente di mercato, sulla scia nera delle nuove

The Abominable Dr. Phibes > Robert Fuest

Un “Mad Doctor” commette elaborati omicidi, vittime i dottori che, tempo addietro, non riuscirono a salvare sua moglie. Ho visto questo film alcuni mesi prima di aprire “Cinema de merde”, il mio sito, e l’ho amato molto. Poi, alcune settimane fa, sono stato preso dalla smania di possederlo in DVD e ho trovato il tempo per guardarlo con il mio

L’avventurosa storia della American International Pictures. #01

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale – numerouno, gennaio 2008 (pag.29-30). Con le recensioni (a cura di Roberto Rippa) dei film: “House of Usher” di Roger Corman (USA/1960) e “X” di Roger Corman (USA/1963) download. 7.4MB ||| 3.6MB Rane assassine, bellezze da spiaggia, topi giganti, mostri preistorici, scienziati pazzi e eroi neri: l’avventurosa storia della American International Pictures. di Roberto Rippa