Tag 'Claudia Gerini'

Referendum costituzionale: Si? No? #Forse

Referendum costituzionale: Si? No? #Forse

Guardandoci indietro, tra dieci venti o trent’anni o magari anche solo quindici giorni o cinque minuti tutte le nostre quotidiane prese di posizione ci imbarazzeranno come i pantaloni e le pettinature che portavamo da bambini, quando a vestirci erano, contro ogni ragionevole dubbio, i nostri genitori. Nei giorni che precedono il Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 siamo letteralmente sommersi

La leggenda di Kaspar Hauser > Davide Manuli

Kaspar Hauser spara house La leggenda di Kaspar Hauser sta a Herzog come Vinyl (1965) di Andy Warhol sta al pur successivo Arancia meccanica (1971). Esprime un dissossamento underground o udigrudi made in Brazil, futuro del passato. Questo tipo di cinema lo facevano nei ’60/’70 Sganzerla, Bressane, José Agrippino de Paula e Andrea Tonacci. Pure in quel caso si sproloquiava,

La leggenda di Kaspar Hauser > Davide Manuli

È un musical post-mortem, La leggenda di Kaspar Hauser. Un musical muto, senza parole. Quelle che ci sono, comunque troppe, sono inutili. Siamo al telefono senza fili. Voglio diventare un cavaliere, come mio padre. Voglio diventare il cavallo di mio padre. Voglio diventare un cavallo. Ma un somaro diventa, Kaspar Hauser. Sorretto esanime da una carriola. Orecchie posticce utili solo

La leggenda di Kaspar Hauser > Davide Manuli

Una landa brulla e desertificata (è la Sardegna ma sembra il cinema Italiano) un uomo comunica con degli UFO che volteggiano sopra di lui dirigendoli in strane direzioni. Il tizio in questione è il celeberrimo e poliedrico Vincent Gallo, il film in cui recita un autentico UCO (Unidentified Cinematic Object): La Leggenda di Kaspar Hauser del Milanese di nascita, Newyorkese

EsCoriandoli > Antonio Rezza e Flavia Mastrella

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale – numero2, febbraio 2008 (pag.33) free download 8.2 | 4.2 | ftp     Il primo Rezza-Mastrella. Underground per forza di Alessio Galbiati   Prodotto da Galliano Juso (già produttore dell’esordio cinematografico in “grande stile” della coppia Ciprì e Maresco, ma soprattutto di parecchi poliziotteschi della seconda metà degli anni settanta e dello stracult di Nando