Tag 'colonne sonore'

RC:music | Un uomo dalla pelle dura [OST] by Carlo Pes

RC:music | Un uomo dalla pelle dura [OST] by Carlo Pes

Riemersa dai fiammeggianti anni ’70 del cinema italiano di genere per mano della romana SONOR Music Editions (che ne riedita una sontuosa versione anche in vinile), la colonna sonora firmata Carlo Pes del road movie Un uomo dalla pelle dura, regia di Franco Prosperi (1972), torna a farsi apprezzare con le sue sonorità varie che spaziano dal jazz-funk del tema

Piero Piccioni Special by David Nerattini

Piero Piccioni Special by David Nerattini

Piero Piccioni (1921-2004) ha composto oltre 300 colonne sonore per il cinema, la televisione, la radio, il balletto e l’orchestra. Sul grande schermo esordisce nel 1953, firmandosi Piero Morgan, con Il mondo e la condanna di Gianni Franciolini (film interpretato da Alida Valli che per un lungo tempo sarà la sua compagna). Seguiranno oltre 150 colonne sonore per film immortali

RC:music | Piero Umiliani Tribute by David Nerattini

RC:music | Piero Umiliani Tribute by David Nerattini

I soliti ignoti, Il vigile, A cavallo della tigre, Audace colpo dei soliti ignoti, Venere creola, Colpo gobbo all’italiana, Omicron, Smog, La bella di Lodi, Cocaina di domenica (ep. di Controsesso), 00-2 agenti segretissimi, I figli del leopardo, Una bella grinta, La Celestina P… R…, Il Tramontana, Il Nero, Il tempo degli avvoltoi, I 2 deputati, La morte bussa due

RC:music | Loubia Hamra [OST] by Zombie Zombie

Chi li conosce sa benissimo che il duo francese, composto da Etienne Jaumet e Cosmic Neman, ha nel cinema il proprio universo di riferimento. È del 2010 lo splendido album Zombie Zombie Plays John Carprenter (preceduto dall’esordio del 2008 A Land for Renegades e seguito da Rituels d’un nouveau monde del 2012 – tutti usciti per l’etichetta francese Versatile Records)

RC:music#02 | Lalo Schifrin

Lalo Schifrin (Buenos Aires 1932) è senz’altro uno dei più importanti musicisti prestati al cinema (e alla televisione). Sue le leggendarie colonne sonore di opere quali Dirty Harry, una living legend che ha attraversato tutto il ‘900 e che ancora oggi è in grado di stupire con le sue magistrali contaminazioni jazz. Pianista, compositore, direttore d’orchestra, vincitore di 6 Grammy