Tag 'Documentario'

Firenze // 57. Festival dei Popoli – Il report

Firenze // 57. Festival dei Popoli – Il report

Festival dei Popoli Festival internazionale del film documentario Firenze, 25 novembre – 2 dicembre 2016 Il report a cura di Giorgio Lisciandrello   La 57a edizione del Festival dei Popoli di Firenze appena conclusa, oltre che per i documentari e gli ospiti da tutto il mondo che lo hanno animato, quest’anno verrà ricordata anche per essere la prima svoltasi a “La

La natura delle cose > Laura Viezzoli

La natura delle cose > Laura Viezzoli

69. Festival del film Locarno – Fuori concorso 3. Festival diritti umani, Lugano   Questa è la storia di un accanimento registico, ma anche di un’amicizia intergenerazionale tra una regista di 35 anni e un filosofo di 70, un’esplorazione dell’io e del tu, e di quel confine tutto individuale e poco rispettato, del vivibile e dell’invivibile. “Ho incontrato Angelo Santagostino

Domenico Agostinelli – Il custode del tempo | Antonio Macaluso

Domenico Agostinelli – Il custode del tempo | Antonio Macaluso

Domenico Agostinelli, praticamente un Mito! Da più di cinquantanni, Domenico Agostinelli raccoglie oggetti; opere del passato dell’uomo spaziando in ogni categoria del possibile. Nato a Campli, in Abruzzo, si trasferisce nei pressi di Roma nel 1959 portando con sé gli oggetti della cultura artigiana e contadina, successivamente, nel quartiere Dragona di Acilia, riempie negli anni migliaia di metri quadrati di

Junun > Paul Thomas Anderson

Junun > Paul Thomas Anderson

Interessante e aperto, con uno spiccato piacere per il “non finito”, Junun di Paul Thomas Anderson è un gradevole e coinvolgente documentario d’osservazione che nulla ha a che fare con la filmografia del regista californiano. Il rigore e la misura del suo cinema qui lasciano spazio all’istintualità di immagini immediate che catturano attimi di una lunga sessione di registrazione musicale.

Habitat – Note personali > Emiliano Dante

Habitat – Note personali > Emiliano Dante

…E la vita non continua. Un anno dopo la prima a Torino, Habitat – Note personali di Emiliano Dante rivive ad Annecy, poi a Istanbul (International Architecture and Urban Films Festival, dal 2 al 9 ottobre prossimi), e ci si augura in altri festival e sale, arricchito di sei preziosi minuti che ne specificano il paesaggio interiore. Giusto una breve aggiunta

Svetoslav Draganov

Svetoslav Draganov

Svetoslav Draganov nasce nel 1976 a Sofia, Bulgaria, dove si laureerà in regia televisiva e cinematografica presso la New Bulgarian University. Nel 1999, fonda Cineaste Maudit, casa di produzione specializzata in documentari di alta qualità e dirige un cortometragigo di finzione, Ako imate Problem (If You Have a Problem…), che ottiene il secondo premio al festival degli studenti di Sofia.

Life Almost Wonderful > Svetoslav Draganov

Life Almost Wonderful > Svetoslav Draganov

I fratelli Ivanchev condividono un cognome, e qui le similitudini sembrano finire. Lo hanno ereditato dalla madre, ormai scomparsa, e hanno tutti padri diversi, tutti latitanti nelle loro vite da tempo. Il maggiore dei tre, Alexander, è un parrucchiere che vive per le competizioni di categoria. Il fratello di mezzo, Bozhidar, ha scelto di diventare monaco ma stenta a rispettare

Life Is Wonderful, Isn’t It? > Svetoslav Draganov

Life Is Wonderful, Isn’t It? > Svetoslav Draganov

Alexander Ivanchev sembra vivere per le competizioni tra parrucchieri, cui partecipa con acconciature molto più elaborate di quelle studiate per i suoi modelli. Non è ben accetto e non solo perché si abbandona a inattesi spettacolini di danza sul palco ma soprattutto perché contesta ogni verdetto che non preveda la sua presenza sul podio, ossia tutti. Il suo egocentrismo non