Tag 'Fernand Melgar'

L’abri > Fernand Melgar

67. Festival internazionale del film, Locarno. Concorso internazionale   C’è qualcosa di profondamente sbagliato in questo film, ai miei occhi. Qualcosa di addirittura indisponente. Non è l’onestà del suo autore ad essere messa in dubbio, né la bontà delle sue intenzioni. Il problema è che Fernand Melgar ha riprodotto qui lo stesso identico approccio formale usato per le due precedenti

Fernand Melgar | Exit – Le droit de mourir

EXIT – LE DROIT DE MOURIR è un documentario che svela per la prima volta il funzionamento di Exit – associazione di accompagnamento alla morte – nella Svizzera francese.   75 minuti | Svizzera | 2005 | 35mm | 1.66 | stereo Dolby SR Versione originale in francese con sottotitoli in inglese     Con convinzione e determinazione, EXIT si

Fernand Melgar > Vol spécial – WebDoc

Vol spécial – WebDoc Come previsto, mesi dopo la realizzazione di “Vol spécial”, presentato al 64. Festival internazionale del film di Locarno lo scorso agosto, viene distribuita via web la serie di documentari che mostra cosa sia accaduto alle persone ritratte nel documentario di Fernand Melgar una volta espulse coercitivamente, in barba al rispetto dei più elementari diritti umani, dalla

speciale VIDEO INTERVISTE LOCARNO 64

video locarno 64 | interviste | 64. Festival del film di Locarno | Rapporto Confidenziale / Sette Secondi Circa https://vimeo.com/album/1727190 Olivier Père, Direttore artistico del Festival internazionale del film di Locarno (ITA) Intervista: Roberto Rippa e Alessio Galbiati / Realizzazione: Sette Secondi Circa Christoph Kühn, regista di “Glauser” (ITA) Intervista: Roberto Rippa e Alessio Galbiati / Realizzazione: Sette Secondi Circa

Vol spécial > Fernand Melgar

articolo pubblicato in Rapporto Confidenziale numero35 – Speciale Locarno 64. Pagg. 127-134 Svizzera – 2011 – 35mm – francese – colore – 103’ 64. Festival internazionale del film di Locarno | Concorso internazionale | Prima mondiale di Roberto Rippa Ogni anno, in Svizzera, migliaia di persone – uomini e donne – vengono incarcerate senza processo né condanna. Per la sola

Fernand Melgar

articolo pubblicato in Rapporto Confidenziale numero35 – Speciale Locarno 64. Pagg. 126-144 Fernand Melgar è nato nel 1961 in una famiglia di andalusa esiliata a Tangeri. Nel 1963, accompagna i suoi genitori che emigrano in Svizzera per lavorare con un permesso come stagionali portando con sé i due figli clandestinamente. Regista e produttore indipendente e autodidatta, dal 1985 fa parte

Rapporto Confidenziale – numero35 (speciale Locarno 64)

Rapporto Confidenziale rivista digitale di cultura cinematografica numero35 – speciale Locarno 64 anno: 2011 ISSN 2235-1329   free download • SCARICA IL NUMERO / PDF (28.8Mb) • ANTEPRIMA   Introduzione e bilancio (parziale) di dieci giorni di cinema di AG+RR   Locarno è per Rapporto Confidenziale uno di quegli appuntamenti irrinunciabili che capitano una volta l’anno e che si attendono

Losanna // L’immigration à l’écran

L’immigration à l’écran 16 settembre – 7 ottobre Cinémathèque suisse, Losanna www.cinematheque.ch In occasione dell’anteprima di Vol Spécial, documentario visto all’ultima edizione del Festival di Locarno e del quale daremo ampiamente conto sullo speciale di prossima pubblicazione, la cinémathèque suisse di Losanna presenta una serie di film sul tema dell’immigrazione, scelti in collaborazione con il regista Fernand Melgar. Una serie

Locarno 64 // Concorso internazionale

Il programma del concorso di Locarno64 pare davvero interessante ed assai sofisticato nelle scelte. Ampio spazio alle opere prime e seconde ed incursioni in cinematografie minori. Venti le pellicole selezionate provenienti da undici paesi: Francia (4), Stati Uniti (3), Giappone (2), Israele (2), Romania (2), Svizzera (2), Argentina (1), Cile (1), Italia (1), Libano (1) e Olanda (1) che diventano

La forteresse > Fernand Melgar

La forteresse (Svizzera/2008) regia: Fernand Melgar; fotografia: Camille Cottagnoud; montaggio: Karine Sudan; formato: 35mm; durata: 100’ Presentato al 61° Festival del Film di Locarno nella sezione “Concorso cineasti del presente” Pardo d’oro Cineasti del presente C.P.Company Albert Maysles, considerato l’iniziatore del “Reality Cinema” statunitense e autore di opere fondamentali come “Salesman” (1968) e “Grey Gardens” (1975) (vedi Rapporto Confidenziale numerotre,