Tag 'Filmografia'

Umano, mai troppo umano: Andreas Dresen

Umano, mai troppo umano: Andreas Dresen

Umano, mai troppo umano: Andreas Dresen a cura di Simone Buttazzi   Se dovessi, con un notevole sforzo di sintesi, ridurre a due i nomi dei cineasti tedeschi emersi dopo la riunificazione, la scelta cadrebbe in tutta probabilità su Christan Petzold e Andreas Dresen. Nessuno di essi è particolarmente noto in Italia, dove i loro film sono apparsi a singhiozzo,

Pedro Almodóvar

«Un gruppo di donne che chiacchierano è l’origine di tutte le storie. […] Sono cresciuto e ho cominciato a scrivere ascoltando le donne parlare nel cortile di casa, al mio paese». (1)   Pedro Almodóvar Caballero 24 (o 29) Settembre 1949, Calzada de Calatrava, Ciudad Real, Spagna. Pedro Almodóvar è uno dei maggiori cineasti del nostro tempo, e il suo

Simone Massi

Simone Massi di Camilla Cacciari Il cinema di Simone Massi rappresenta una delle vette artistiche della cinematografia italiana degli ultimi venti anni. Le sue opere, selezionate nei festival di 54 paesi del mondo, sono potenti esperienze visive che, a volte, prendono lo spettatore per mano accompagnandolo nelle profondità dell’animo, altre, lo sfidano guardandolo dritto negli occhi. «Non faccio animazioni semplici,

Intervista a Sion Sono

Sion Sono è nato a Toyokawa, Aichi, nel 1961; ha cominciato a pubblicare poesie a soli 17 anni; ha esordito nel lungometraggio nel 1990, con “Bicycle Sighs”, un grande successo in Giappone; negli anni Novanta ha fatto scalpore nel suo paese con le sue performance di strada in un progetto di poesia intitolato “Tokyo GAGAGA”; in Francia è stato conosciuto

L’immagine conturbante. Intervista a Francesca Fini

La presente intervista è stata pubblicato su Rapporto Confidenziale, numero30 (dic/gen 2011), pagg. 26-32 L’immagine conturbante. Intervista a Francesca Fini a cura di Alessio Galbiati Sono molte le forme possibili dell’immagine in movimento, inutile confinare la passione per esse al solo cinema, perché è nella moltitudine delle sue concretizzazioni che il cinefilo (contemporaneo) trova il proprio appagamento, la soddisfazione della

Luciano Salce: la bocca storta del cinema italiano

Articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero18 ottobre’09 (pag.14) FREE DOWNLOAD 9.1mb ||| 3.2mb Luciano Salce: la bocca storta del cinema italiano di Alessio Galbiati Luciano Salce (Roma, 25 settembre 1922 – Roma, 17 dicembre 1989) aveva la bocca storta (1) e l’aria strafottente, a Roma si direbbe che avesse la fàtta da “fio de ‘na mignotta”, frase bonaria, quasi un

speciale GUS VAN SANT. Genio ribelle

speciale GUS VAN SANT. Genio ribelle

SPECIALE GUS VAN SANT. Genio ribelle a cura di Alessio Galbiati e Roberto Rippa. testi di: Andrea Fannini, A. Galbiati, Luciano Orlandini, R. Rippa e Jean-Maurice Rocher. Il suo cinema attraverso i suoi film, raccontati in ordine cronologico con la sola trasgressione del più recente, Milk, con il quale abbiamo deciso di aprire. Genio ribelle è stato il titolo di