Tag 'François Levantal'

Assassin(s) > Mathieu Kassovitz

ASSASSIN(S) L’insostenibile “leggerezza” della violenza recensione a cura di Fabrizio Fogliato   Assassin(s) è del 1997 ed è un film incompreso e sottovalutato forse anche per il fatto che, dopo L’odio (1995), ci si aspettava qualcosa di simile dal cineasta d’oltralpe. Ma Kassovitz è un battitore libero che con cinismo e autolesionismo vuole continuamente spiazzare il suo pubblico. Così rielabora