Tag 'Luc Dardenne'

Il meglio del 2012 – Girish Shambu

«Amo molto parlare di niente. È l’unico argomento di cui so tutto» – Oscar Wilde –   ● ● ● Anche quest’anno vogliamo giocare con i film e con il calendario. Abbiamo chiesto a amici e collaboratori, professionisti del settore e cinefili, un elenco dei 5 migliori film usciti, o visti per la prima volta, durante l’anno solare 2012. Concluderemo

RaiTre // Le prime di Cinematre

Le silence de Lorna / Il matrimonio di Lorna, 2008 Ritorna su Rai3, a partire da domenica 17 giugno in seconda serata alle 23.00 circa, il consueto lungo ciclo di film in Prima Visione tv.
 Dodici appuntamenti con il più recente cinema d’autore ma non solo, una panoramica che mescola generi e provenienze geografiche, attualita’ dei temi e innovazione dei

Il meglio del 2011 – Andrea Inzerillo

Il 2011 va in archivio. È stato un anno complicato e triste sotto molti punti di vista. Noi abbiamo il cinema come medicina, come cura alle sofferenze della Vita e della Storia. Quest’anno abbiamo voluto giocare con la nostra redazione, con le persone che nell’ultimo anno hanno scritto per Rapporto Confidenziale e con una serie di amici, collaboratori e personalità

Losanna // L’immigration à l’écran

L’immigration à l’écran 16 settembre – 7 ottobre Cinémathèque suisse, Losanna www.cinematheque.ch In occasione dell’anteprima di Vol Spécial, documentario visto all’ultima edizione del Festival di Locarno e del quale daremo ampiamente conto sullo speciale di prossima pubblicazione, la cinémathèque suisse di Losanna presenta una serie di film sul tema dell’immigrazione, scelti in collaborazione con il regista Fernand Melgar. Una serie

Luc Dardenne. Dietro i nostri occhi

Luc Dardenne Dietro i nostri occhi Un diario Traduzione: Cinzia Poli editore: Isbn Edizioni pagine: 368 anno: 2009 ISBN: 9788876381287 “I Dardenne stanno componendo l’opera più appassionata e coerente del cinema contemporaneo”. The Village Voice “Sono dei professionisti dello sguardo nel buio, specializzati nel raccontare le asprezze del mondo sottoproletario belga”. The Guardian “La grandezza dei Dardenne sta proprio nella