Tag 'Musica'

Giovanni Verrando, un’appendice

Giovanni Verrando, un’appendice

È proprio vero che la critica (musicale) serve ancora a qualcosa. Nonostante una dilagante superficialità sulle parole della lingua italiana, siamo oltremodo lieti di poter aggiungere questa glossa a un passaggio del nostro articolo Suoni inarmonici, unicorni e guanti di lattice che dedicammo su questa rivista al compositore Giovanni Verrando. Se infatti nell’articolo sottolineavo – con acribia pignola – che

Summer in Fabrica: John Cale in concert / 14.7.2017

Summer in Fabrica: John Cale in concert / 14.7.2017

SUMMER IN FABRICA JOHN CALE IN CONCERT Venerdì 14 luglio 2017, ore 21.30 Fabrica, via Postioma 54/F, Catena di Villorba (TV) fabrica.it Venerdì 14 luglio 2017 alle 21:30 John Cale, anima rock con Lou Reed del leggendario gruppo dei Velvet Underground, sarà a Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione del gruppo Benetton, per un concerto in esclusiva nazionale. Musicista

La generazione perduta

La generazione perduta

La generazione perduta a cura di Dario Agazzi Non vi pare una superba espressione, “generazione perduta”? Induce a pensare a placidi soggiorni in un confortevole nulla, sdraiati allo spento sole dell’oblio, semi-sprofondati – per meglio dire – nel muffito limbo della dimenticata mediocrità; immersi nell’olezzante afrore di topesche tane cadenti prossime alla polvere, sorseggiando il grog del proprio dispiacere. È

Bergamo Film Meeting 35: un piccolo excursus e una nota sulla musica di Ivan Vandor in “Il passo” di Giulio Questi

Bergamo Film Meeting 35: un piccolo excursus e una nota sulla musica di Ivan Vandor in “Il passo” di Giulio Questi

Bergamo Film Meeting 35: un piccolo excursus e una nota sulla musica di Ivan Vandor in “Il passo” di Giulio Questi a cura di Dario Agazzi   Da bergamasco, posso dire che il Bergamo Film Meeting sia – bon gré mal gré – una sorta d’appuntamento obbligatorio dell’intellighenzia borghese di sinistra (o non: a destra della sinistra o a sinistra

Paolo Castaldi: musica come cinema? / Caro Babbo

Paolo Castaldi: musica come cinema? / Caro Babbo

Paolo Castaldi: musica come cinema? Paolo Castaldi / Sentieri selvaggi: Caro Babbo 7 marzo 2017, Teatro Elfo Puccini, Milano a cura di Dario Agazzi   Ieri sera, 7 marzo 2017, presso la sala Fassbinder del Teatro Elfo Puccini a Milano (acustica tremenda, in verità), è stato eseguito un concerto monografico dedicato al compositore italiano Paolo Castaldi, nato nel 1930 presso

Giacomo Manzoni e la sua musica superflua nel film “Malina” di Werner Schroeter

Giacomo Manzoni e la sua musica superflua nel film “Malina” di Werner Schroeter

Giacomo Manzoni e la sua musica superflua nel film Malina di Werner Schroeter “[…] Voglio spassarmela, io.” “Un appartamento a Mayfair?” “Si capisce.” “Champagne a tutti i pasti?” “Naturale.” “Rolls Royce?” “Anche.” “Ma lascerai qualcosa per soccorrere il proletariato indigente, vero? Darai al popolo quello che ti avanza?” “Non avanzerà niente.” Ero un po’ imbarazzato. Prima d’allora non avevo mai

RC:music | Jonny Greenwood and London Contemporary Orchestra (live)

RC:music | Jonny Greenwood and London Contemporary Orchestra (live)

Jonny Greenwood and London Contemporary Orchestra 25.11.2014 / Manchester’s Albert Hall boilerroom.tv Vi proponiamo la registrazione audiovideo dello straordinario concerto tenuto a Manchester da Jonny Greenwood con la London Contemporary Orchestra. Un’ora di musica intensa dentro alla quale immergersi con i sensi provando a ripulirsi dal rumore di fondo che ci circonda e spesso fagocita. Greenwood e LCO eseguono brani

Rishi Kaneria | Radiohead: The Secrets Of Daydreaming

Rishi Kaneria | Radiohead: The Secrets Of Daydreaming

Radiohead: The Secrets Of Daydreaming è lo “spiegone” del videoclip diretto da Paul Thomas Anderson per i Radiohead e realizzato, con gusto e abilità, dal filmmaker statunitense Rishi Kaneria. Video essay, video saggi, Critofilm direbbe Adriano Aprà, ovvero viaggi dentro a testi video-cinematografici realizzati essi stessi con suoni e immagini (in movimento). La critica del nuovo millennio, o almeno così