Tag 'Nicola Cargnoni'

Fai bei sogni > Marco Bellocchio

Fai bei sogni > Marco Bellocchio

Se si dovesse entrare in sala senza sapere che si tratta di un film di Bellocchio, lo si capirebbe dopo i primi cinque minuti. Una figura femminile/materna che scompare e che è sempre presente come un fantasma demoniaco, alimentando le tensioni e le ossessioni di un uomo che viene privato dell’affetto più ancestrale. Suore che irrompono nell’inquadratura, rimanendone ai margini,

Escobar: Paradise Lost > Andrea Di Stefano

Escobar: Paradise Lost > Andrea Di Stefano

È con un po’ di amarezza che, ancora una volta, ci troviamo a discutere di un film realizzato molto tempo prima della sua distribuzione. È l’inconveniente che stavolta è toccato ad Andrea Di Stefano, attore italiano che ha lavorato molto all’estero e che in questo caso ha esordito alla regia di Escobar. Paradise Lost, realizzato nel 2014 e distribuito nelle nostre

Montedoro > Antonello Faretta

Montedoro > Antonello Faretta

L’intensità di un ritorno alle proprie origini, come ricerca dell’identità e dell’io, è un tassello che va ad aggiungersi al mosaico lucano della filmografia di Faretta, un mosaico di per sé già colorato e variegato. L’atmosfera di sospensione e di incredulità che permea tutta la durata di «Montedoro» è annunciata fin dall’inquadratura iniziale: un telefono installato su un palo funge

Il vangelo secondo Matteo > Pier Paolo Pasolini

Il vangelo secondo Matteo > Pier Paolo Pasolini

  Gesù, il primo dei rivoluzionari   Continua il ciclo di proiezioni cinematografiche presso il Cineporto di Bari, che dà il via alla collaborazione tra le università pugliesi e il Centro studi dell’Apulia film commission. Per ogni appuntamento realizziamo un reportage proponendo le analisi dei film anche alla luce delle lezioni introduttive e del forum successivo. Il comunicato stampa della

The Plastic Cardboard Sonata > Enrico Falcone e Piero Persello

The Plastic Cardboard Sonata > Enrico Falcone e Piero Persello

C’è bisogno di ben più d’un attimo per muoversi dalla poltroncina della sala, dove si resta inchiodati al termine di «The plastic cardboard sonata», film italianissimo che al Bari International film Festival ha finalmente fatto il suo esordio europeo, naturalmente e rigorosamente soltanto dopo essere già “passato” in festival e concorsi di tutto il mondo, dall’India al Canada, passando per

Dr. Strangelove or: How I Learned to Stop Worrying and Love the Bomb (Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba) > Stanley Kubrick

Dr. Strangelove or: How I Learned to Stop Worrying and Love the Bomb (Il dottor Stranamore – Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba) > Stanley Kubrick

Satira e realismo nel cerchio magico di «Il dottor Stranamore»   Continua il ciclo di proiezioni cinematografiche presso il Cineporto di Bari, che dà il via alla collaborazione tra le università pugliesi e il Centro studi dell’Apulia film commission. Per ogni appuntamento realizziamo un reportage proponendo le analisi dei film anche alla luce delle lezioni introduttive e del forum successivo.

Ovsyanki (Silent Souls) > Aleksej Fedorčenko

Ovsyanki (Silent Souls) > Aleksej Fedorčenko

La ritualità come ritorno all’eterno: Silent Souls Continua il ciclo di proiezioni cinematografiche presso il Cineporto di Bari, che dà il via a una (speriamo) lunga collaborazione tra le università pugliesi e il Centro studi dell’Apulia film commission. Citando il comunicato stampa di presentazione «Cinema Ergo Sum, che si tiene interamente al Cineporto di Bari, è una rassegna che ha

21 gramos > Alejandro Gonzales Iñarritu

21 gramos > Alejandro Gonzales Iñarritu

Il corpo concreto e il peso dell’anima: «21 grammi» Iniziato mercoledì 9 marzo 2016 un ciclo di proiezioni cinematografiche presso il Cineporto di Bari, che dà il via a una (speriamo) lunga collaborazione tra le università pugliesi e il Centro studi dell’Apulia Film Commission. Citando il comunicato stampa di presentazione «Cinema Ergo Sum, che si terrà interamente al Cineporto di

Carol > Todd Haynes

Carol > Todd Haynes

L’amore come via per rendersi conto che non conosciamo nemmeno noi stessi finché non conosciamo chi è capace di farci innamorare L’amore come forma d’attrazione e di passione improvvise, sconvolgenti, l’amore capace di seminare il dubbio nelle protagoniste circa la loro natura, l’amore come via per rendersi conto che non conosciamo nemmeno noi stessi finché non conosciamo chi è capace

Il racconto dei racconti > Matteo Garrone

Il racconto dei racconti > Matteo Garrone

Matteo Garrone e il suo Racconto dei Racconti Ispirandosi a una raccolta di fiabe del XVII secolo, il regista romano si impegna in un lavoro che ha il merito della novità nel panorama cinematografico italiano Utilizzare il termine “fantasy” per classificare il nuovo film di Matteo Garrone potrebbe essere un’operazione rischiosa e fuorviante, non fosse altro che il film deriva