Tag 'numero33'

Isole di cinema | CINEFORUM DI IDEE #005

Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale, numero33 (giugno 2011), p.74-75 cineforum di idee #05 Isole di cinema. Politica, poesia, ontologia di Toni D’Angela L’isola è comunità, pendenza dell’uno lungo l’altro, dell’uno attraverso l’altro. Ferita, feritoia, varco che scioglie i voti impegnativi, troppo impegnativi, che soffocano e chiudono. Ferita che segna il passaggio, la comunicazione escludendo l’esclusione dell’altro,

Meth > Todd Ahlberg

Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale, numero33 (giugno 2011), p.72-73 METH LIVE THE DREAM Todd Ahlberg | 2006 – colore – 79′ di Scott Telek Vivo la costante impressione di non leggere o vedere abbastanza materiale a riguardo della metanfetamina. È uno di quegli argomenti, come il surriscaldamento globale o un’operazione di chirurgia plastica finita male, che

The One-Line Review | giugno 2011

Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale, numero33 (giugno 2011), p.79   The One-Line Review Guida concisa alle arti cinematografica e televisiva giugno 2011 di Iain Stott [traduzione di RR] www.1linereview.blogspot.com   DOWN AND OUT IN BEVERLY HILLS (USA, 1986)   giudizio: 3.5/5 titolo ita: Su e giù per Beverly Hills Regia: Paul Mazursky | Sceneggiatura: Leon Capetanos,

Bo Arne Vibenius | Thriller + Breaking Point

Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale numero33 (giugno 2011), pagg. 54-57 BO ARNE VIBENIUS THRILLER + BREAKING POINT di Fabrizio Fogliato «Tutto questo sangue, questa violenza, …e io che pensavo che la vostra fosse la generazione dell’amore!» (Last House on the Left) Nel 1972 il professore universitario Wes Craven e il produttore Sean S. Cunningham portano sugli

Appunti sparsi sul cinema di AntonioFlavia #1

Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale numero33 (giugno 2011), pagg. 24-25 APPUNTI SPARSI SUL CINEMA DI ANTONIOFLAVIA #1 di Alessio Galbiati Antonio Rezza e Flavia Mastrella giocano col cinema con il medesimo slancio anarco-insurrezionalista di Carmelo Bene, alla cui estetica sostituiscono un mondo fatto di uomini lacerati. Il riferimento a Carmelo Bene suona pure alle mie orecchie

RezzaMastrella. Intervista a corpo morto

Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale numero33 (giugno 2011), pagg. 14-20 REZZAMASTRELLA Intervista a corpo morto di Alessio Galbiati Trenta gradi in città. Domenica ore 14. Una piazza di Milano. Anonimamente bella. Ristorante cinese. Addosso i postumi di una notte malamente insonne, il dubbio fino all’ultimo di dare forfait. Forze incerte, meglio, improbabili. Trenta gradi in città.

Sette Secondi Circa

Autumn. Foto di Beatrice Barros Castro 7SC SETTE SECONDI CIRCA. UN COLLETTIVO ARTISTICO MULTIDISCIPLINARE ALLE PRESE CON IL SUO PRIMO LUNGOMETRAGGIO AI PIU’ ASSIDUI TRA I FREQUENTATORI DEL SITO DI RAPPORTO CONFIDENZIALE IL NOME DEL COLLETTIVO SETTE SECONDI CIRCA NON DOVREBBE RISULTARE SCONOSCIUTO. DA TEMPO, INFATTI, DUE LORO OPERE (“R2 – SETTE SECONDI CIRCA”, IL CUI NOME E’ DIVENTATO POI

Opfergang > Veit Harlan

Opfergang > Veit Harlan

Opfergang L’Eyes Wide Shut del Terzo Reich al crepuscolo Veit Harlan | Germania – 1944 – 35mm – colore – 98′ Opfergang, Untergang: due “andature” (Gang) simboliche, malinconiche ed estreme. Il primo termine significa “grande sacrificio”, il secondo “affondamento”, “tramonto”, “scomparsa”. “Caduta. Come il teutonico filmone di Oliver Hirschbiegel che nel 2004 ha tentato di raccontare il bunker hitleriano precipitando nel

Rasputin > Louis Nero

Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale numero33 (giugno 2011), pp.11-12 Rasputin. L’altra faccia del mito, le mistificazioni della storia Louis Nero | Italia – 2011 – 35mm – colore – 85′ di As Chianese Conviene rompere gli indugi, sfatare il pregiudizio, abbandonarsi al fascino di una storia così suadentemente lontana dai testi scolastici, dagli inquisitori e dai

Erich Von Stroheim. Blind Husbands

Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale numero33 (giugno 2011), pp.26-29 Erich Von Stroheim. Blind Husbands di Fabrizio Fogliato La biografia di alcuni registi spesso sfocia nella leggenda. Soprattutto durante il periodo della Silent Era in cui il personaggio pubblico diventa predominante su quello privato; particolarmente durante gli anni ’10, in cui la figura di alcuni registi diventa