Tag 'Polonia'

Comme des voleurs (à l’est) > Lionel Baier

«Vostro figlio vuole sposarsi con una donna e voi lo trovate normale?» (Lucie ai suoi genitori)   Al suo secondo lungometraggio, dopo due documentari autobiografici e l’interessante debutto nel lungometraggio con Garçon stupide, Lionel Baier costruisce una storia che parte da un elemento fortemente biografico per poi spaziare con libertà sul tema dell’identità, dell’appartenenza, portando sulle sue stesse spalle il

Andrzej Zulawski. Euroisterika (seconda parte)

Andrzej Zulawski Euroisterika: l’insostenibile leggerezza della follia nella vecchia e nuova Europa seconda parte /\/\/\/\/ leggi la prima parte a cura di Fabrizio Fogliato Se il Caos domina sulla messa in scena, nello scavare all’interno di Anna e de “l’italiana”, si può tranquillamente parlare di “pornografia psicologica”. Lo sguardo di Zulawski è uno sguardo compassionevole verso questo maelstrom in cui

Andrzej Zulawski. Euroisterika (prima parte)

Andrzej Zulawski Euroisterika: l’insostenibile leggerezza della follia nella vecchia e nuova Europa prima parte /\/\/\/\/ leggi la seconda parte a cura di Fabrizio Fogliato Il cinema di Andrzej Zulawski incrocia pericolosamente la follia soggettiva e la folle visione, perché il suo è un cinema asimmetrico in cui la patologia e la normalità sono entità indistinguibili. Il movimento inesausto della macchina

Bez sniegu (Without Snow) > Magnus von Horn

Il presente articolo è stato pubblicato in Rapporto Confidenziale numero 35, speciale Locarno 64 – p.22 Bez sniegu (Without Snow) Magnus Von Horn | Polonia – 2011 – DCP – svedese – colore – 24’ Prima internazionale a Locarno 64 (Pardi di domani) di Alessio Galbiati Linus è un adolescente violento, picchia i suoi compagni di scuola e scorrazza con

Crulic – drumul spre dincolo (Crulic – The Path to Beyond) > Anca Damian

articolo pubblicato in Rapporto Confidenziale numero35 – Speciale Locarno 64. Pagg. 24-29 Crulic – drumul spre dincolo Anca Damian “Crulic – The Path to Beyond” / Romania-Polonia / 2011 / b/n – colore / rumeno / 73′ / HD 64. Festival internazionale del film Locarno – Concorso internazionale Prima mondiale L’11 luglio del 2007, un importante giudice polacco viene derubato

Anca Damian

articolo pubblicato in Rapporto Confidenziale numero35 – Speciale Locarno 64. Pagg. 24-29 Anca Damian Studia all’Accademia di teatro e cinema dove si diploma come direttore della fotografia e si laurea in cinema, arti e media. Il suo lavoro in qualità di direttore della fotografia per lungometraggi – “Ramînerea” (“Forgotten by God”, 1991, di Laurentiu Damian), “The Way of Gods” (1992)

Carnage > Roman Polanski

Carnage. Sipario. Un domicilio coatto. Carnage. Sipario. Un domicilio coatto.  La prima cosa che uno spettatore poco avveduto potrebbe dire, quasi certamente,  riguardo questo film, è che si tratti di un film teatrale. Nulla potrebbe essere più vero e sbagliato, allo stesso tempo. Carnage denuncia la sua teatralità fino da subito, il testo è dichiaratamente teatrale, l’accompagnamento musicale sembra essere

Beyond the Steppes > Vanja D’Alcantara

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero28 (speciale 2010) pagg. 16-19 all’interno di RC:speciale 63° Festival del film Locarno 4-14 | 8 | 2010 Beyond the Steppes Vanja D’Alcantara | Belgio, Polonia – 2010 – 35mm – colore – 83′ di Roberto Rippa Fine agosto 1939, la Germania nazista e la Russia sovietica firmano un patto di non aggressione. Una settimana

Hiena > Grzegorz Lewandowski

Trama In un villaggio della Slesia, lungo la strada che porta a scuola, il piccolo Maly e i suoi amici commentano storie spaventose che riguardano un uomo violento che causò la fuga del figlio. Il padre di Maly un giorno muore misteriosamente in un incidente in miniera e poco dopo si sparge la voce che una iena è fuggita e