Essi vivono, John Carpenter, i nazisti dell’Illinois, Twitter, Quentin Tarantino, Top Gun e l’omosessualità… paccate di post-verità!

“Ho letto su internet…” Quante conversazioni iniziano così, in maniera non troppo differente da quelle stesse superficiali chiacchiere che nei decenni passati si aprivano con “Ho sentito alla televisione…”. Ogni epoca storica produce pressapochismo e sparge sciatteria e vere e proprie idiozie a ciclo continuo, ed ogni epoca lo fa in modo peculiare. Oggi abbiamo il World Wi(l)de Web, una terra selvaggia abitata da qualsiasi specie di creatura e tra queste non potevano certo mancare i Nazisti – pure ma non solo dell’Illinois. È proprio con costoro che John Carpenter ha avuto qualcosa da ridire… evidentemente dopo aver letto qualcosa su internet… Dal 1988, epoca della sua uscita, attorno a They Live (Essi vivono) si sprecano teorie deliranti e certo non ci sarebbe nulla di male in tutto ciò, visto che un testo filmico una volta partorito dal proprio regista e messo al mondo si muove autonomamente nelle teste delle persone. Però c’è un limite a tutto e Carprenter, il 4 gennaio, ha sentito l’esigenza di mettere la parola fine alle speculazioni nazistoidi che si erano accumulate attorno al film.

 

 

ESSI VIVONO parla di yuppies e capitalismo sfrenato. Non ha nulla a che fare con il controllo ebraico del pianeta, che è una calunnia e una menzogna.

 

Forse è una cosa piuttosto triste che ciò sia successo, perché nessun essere umano dotato di ragione potrebbe pensare anche per un solo istante una stupidaggine del genere. Ma si sa che la mamma dei cretini è sempre incinta… I tempi son quello che sono e pare proprio sia diventato necessario puntualizzare le ovvietà.

 

Chissà cosa avrebbe detto Tony Scott della mitologica lettura di Quentin Tarantino del suo Top Gun , contenuta nella commedia Sleep with Me diretta da Rory Kelly nel 1994?

 



L'articolo che hai appena letto gratuitamente a noi è costato tempo e denaro. SOSTIENI RAPPORTO CONFIDENZIALE e diventa parte del progetto!





Condividi i tuoi pensieri

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.