Tag 'Michele Salvezza'

Only God Forgives > Nicolas Winding Refn

Only God Forgives > Nicolas Winding Refn

È la storia dello scontro tra un uomo che si crede Dio e uno deciso ad affrontarlo. Il tema della violenza nell’arte è qualcosa di tutt’altro che recente. Cosa avranno pensato i coevi di Michelangelo quando svelò Giuditta e Oloferne? L’arte può essere un atto di violenza; ma può anche non esserlo, va da sé. Refn parla apertamente di Cinema

L’ultimo pastore > Marco Bonfanti

L’ultimo pastore regia di Marco Bonfanti (Italia/2012) recensione a cura di Michele Salvezza   Prima di leggere questa recensione è bene sapere che lo scrivente ha restituito il cuore nei 7 sette giorni previsti dalla legge, ottenendo come rimborso una porzione suppletiva d’intelletto e che sposa la filosofia di Roberto Carlino «Non sogni ma solide realtà». La retorica è negli

Rapporto Confidenziale – numero38 (marzo/aprile 2013)

Stream of consciousness Rapporto Confidenziale numero 38 • marzo/aprile 2013 ISSN: 2235-1329 COMPRA IL NUMERO ANTEPRIMA/ESTRATTO 4,00€ : pdf + ePub / 2,00€ : ePub DA GIUGNO 2016 DOWNLOAD GRATUITO DOWNLOAD PDF DOWNLOAD EPUB/ZIP EDITORIALE 38 di Alessio Galbiati Stream of consciousness Riuscire a dare una forma al flusso dei pensieri che fra loro si intersecano è un’impresa faticosa, ancor più

Holy Motors > Leos Carax

PAROLE SANTE Holy Motors | Leos Carax | Francia-Germania/2012 di Michele Salvezza da Rapporto Confidenziale 37   didascalico [di-da-scà-li-co] agg. (pl.m. -ci, f. -che) 1. Volto a spiegare, a far capire, a facilitare l’apprendimento: esporre un argomento in forma d. 2. Con riferimento a opera letteraria in prosa o in versi, che espone precetti morali o nozioni scientifiche e tecniche,

Il meglio del 2012 – Michele Salvezza

«Amo molto parlare di niente. È l’unico argomento di cui so tutto» – Oscar Wilde –   ● ● ● Anche quest’anno vogliamo giocare con i film e con il calendario. Abbiamo chiesto a amici e collaboratori, professionisti del settore e cinefili, un elenco dei 5 migliori film usciti, o visti per la prima volta, durante l’anno solare 2012. Concluderemo

Rapporto Confidenziale – numero36 (ottobre/novembre 2012)

Torniamo dopo un anno di pausa, lo facciamo con un periodico profondamente rinnovato. Rapporto Confidenziale numero36 (ottobre/novembre 2012) ISSN: 2235-1329 COMPRA IL NUMERO ANTEPRIMA/ESTRATTO 4,00€ : pdf + ePub / 2,00€ : ePub DA GIUGNO 2016 DOWNLOAD GRATUITO DOWNLOAD PDF DOWNLOAD EPUB/ZIP   SOMMARIO NUMERO 36 • OTTOBRE/NOVEMBRE 2012 • EDITORIALE • ART IS AN ACT OF VIOLENCE Il cinema nietzschiano

Saziando l’uomo > Alessandro G. Capuzzi, Emanuele Dainotti

Saziando l’Uomo è un film da manuale, da manuale di filosofia. Forse è per questo che pare non poggiare su di una Weltanschauung originaria dei due autori che troppo spesso cedono alla tentazioni di rendere dialogicamente tutta una serie di enunciati filosofici, finendo col denunciare una mancanza di naturalezza soprattutto a livello recitativo. Di conseguenza, fatica a venire fuori l’idea

Bella addormentata > Marco Bellocchio

Bella addormentata regia di Marco Bellocchio (Italia-Francia/2012) recensione a cura di Michele Salvezza   La Bella addormentata a cui fa riferimento Bellocchio non è una persona fisica. La Bella addormentata è piuttosto la nostra coscienza, immobile di fronte ad ogni dilemma morale che ci tocca da vicino. Ma La Bella addormenta è anche l’Italia, il nostro Paese, incapace di superare

Report // Venezia 69 sembra il titolo di un film di Tinto Brass

Venezia 69 sembra il titolo di un film di Tinto Brass Michele Salvezza alla 69. Mostra Internazionale d’Arte cinematografica (2012)   Venezia 69 sembra il titolo di un film di Tinto Brass. Uno di quelli parlati in veneziano stretto, dove le donnine fanno di tutto per attirare l’attenzione sollevandosi la gonna davanti al primo che passa e i maschietti, vestiti

Diaz > Daniele Vicari

Diaz regia di Daniele Vicari (Italia-Francia-Romania/2012) recensione a cura di Michele Salvezza Diaz è un film da denuncia. Diaz è un film mediocre. Godard diceva che andrebbero fatti film in modo politico e non film che parlano di politica. Diaz è un film correo. Un film che mostra ciò che fa più senso ma che non ha nessun senso tanto