Tag 'Roberto Rippa'

João Pedro Rodrigues and João Rui Guerra da Mata [Interview]

WE ARE JUST SHADOWS Interview with João Pedro Rodrigues and João Rui Guerra da Mata by Alessio Galbiati and Roberto Rippa from Rapporto Confidenziale 36 • A última vez que vi Macau (review/italian language) • NON SIAMO CHE OMBRE. INTERVISTA A RODRIGUES E GUERRA DA MATA   Rapporto Confidenziale: We read that your initial idea was to make a documentary.

Sean Donnelly

Intervista a Sean Donnelly, regista di “I Think We’re Alone Now“ di Roberto Rippa Sean Donnelly è cresciuto a Santa Cruz, California ma vive a New York sin dalal frequentazione del corso di Cinema e televisione alla New York University.
Ha diretto diversi video musicali e spot pubblicitari, tra cui quelli per Scion, VH1, MSN, AOL, Tally Hall, Galactic, Angela McClusky,

Il meglio del 2012 – Roberto Rippa

«Amo molto parlare di niente. È l’unico argomento di cui so tutto» – Oscar Wilde –   ● ● ● Anche quest’anno vogliamo giocare con i film e con il calendario. Abbiamo chiesto a amici e collaboratori, professionisti del settore e cinefili, un elenco dei 5 migliori film usciti, o visti per la prima volta, durante l’anno solare 2012. Concluderemo

Ido Fluk [Intervista]

Ido Fluk al Festival international de films de Fribourg2012 Intervista a IDO FLUK, regista di NEVER TOO LATE di Roberto Rippa Ido Fluk è un regista israeliano residente a New York. Il suo primo lungometraggio, NEVER TOO LATE (2011), è stato prodotto in modo indipendente grazie ai fondi raccolti attraverso internet. Costato 25’000 dollari, ha vinto i premi Regard D’or,

Ido Fluk [Interview]

Ido Fluk at Festival international de films de Fribourg2012 Interview with IDO FLUK director of NEVER TOO LATE by Roberto Rippa Ido Fluk is an Israeli-born writer director based in New York. His debut feature film, NEVER TOO LATE, was produced by crowd-sourced funding and shot with a budget of $25,000. It won the Grand Prize (Regard D’or) at the

Never Too Late > Ido Fluk

Un giovane uomo si taglia i lunghi capelli. È il preludio ad un difficile ritorno a casa dopo anni di assenza, quello di Hertzel a Tel Aviv. Dopo 8 anni trascorsi in Sudamerica, tre con una ragazza australiana, la motivazione ufficiale per il rientro è la mancanza di soldi. Come se la recentissima morte di suo padre fosse in realtà

Cerro Negro | João Salaviza

Cerro Negro | regia di João Salaviza | 16mm | 22′ | Stereo | Portogallo | 2011 Nel terzo cortometraggio di João Salaviza componente quella che lui stesso definisce una “trilogia accidentale”, il regista esplora una dinamica vista da tre prospettive diverse: Allison è in carcere e non sa se potrà uscirne per natale. È sua moglie Anajara a chiederglielo

Bora Bora | Bogdan Mirica

Bora Bora di Bogdan Mirica Romania / 2011 / colore / rumeno (sottotitoli in inglese) / 32′ / Beta digital Ion è un pescatore che vive in una regione colpita da estrema siccità. Sopraffatto dalle difficoltà economiche, decide di vendere una parte di un terreno di sua proprietà e accetta un modesto compenso aggiuntivo per seminarlo con piante da fibra

Nony Geffen [intervista]

IL DENARO ATTIENE ALLA LOGICA, IL FARE FILM NO Intervista a Nony Geffen regista di Not in Tel Aviv a cura di Roberto Rippa da Rapporto Confidenziale 36   Roberto Rippa: Ho letto una tua breve biografia – credo sia opera tua – in cui è riportato che saresti cresciuto in un villaggio senza televisione via cavo e senza connessione