Hitparzut X (Naomi) > Eitan Zur

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Il presente articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale, numero29 (novembre 2010), pag.41
all’interno dello speciale Mr.Arkadin goes to Venezia 67

Hitparzut X
(Naomi) Eitan Zur | Israele/Francia | 2010 | 35mm | colore | 102’’

Un docente di astrofisica dell’Università di Haifa, in Israele, vive le gioie e il dramma di avere una moglie attraente e soprattutto molto più giovane di lui.
Avvezzo al costante sospetto di essere tradito da lei, scopre la sua relazione con un giovane. Affontatolo, lo uccide e ne nasconde il corpo con la complicità della madre ottantenne. Scoperto causalmente il cadavere, l’indagine viene affidata al commissario Karam, vecchio amico del professore.
Eitan Zur usa una trama gialla per raccontare soprattutto gli elementi che uniscono i vari personaggi: dal marito quasi padre per ragione della sua età avanzata, alla vera madre del professore, parte integrante di un rapporto poco risolto con il figlio.

Tratto dall’omonimo racconto della scrittrice israeliana, qui sceneggiatrice, Edna Mazaya, “Hitparzut X” prende tutto il suo tempo per illustrare i rapporti tra i personaggi e costruisce una trama capace di mantenere costante la tensione sia nella parte pre-omicidio che in quella successiva, dove è sempre il senso di colpa a farla da padrone.

Con grande attenzione ai suoi personaggi, Eitan Zur realizza con il suo primo lungometraggio un’opera estremamente interessante, godibile che non fa risparmio di ironia.
Il film verrà distribuito in Italia, con il titolo internazionale “Naomi” grazie a Bolero film.

Roberto Rippa


Hitparzut X
regia: Eitan Zur; sceneggiatura: Edna Mazaya, dal suo racconto “Hitparzut X”; fotografia: Shay Goldman; montaggio: Boaz Leon; musiche: Adrien Blaise; interpreti principali: Yossi Pollak, Melanie Peres, Orna Porat, Suheil Haddad, Rami Heuberger; paese: Israele, Francia; anno: 2010; durata: 102’

Eitan Zur, nato a Tel Aviv nel 1963, studia cinema e televisione alla Tel Aviv University; in breve tempo si affaccia nel mondo televisivo israeliano dove è tra i creatori e regista dello show comico-satirico The Chamber Quintet. Il rapporto con la televisione continua sia in veste di ideatore che in quelle di regista, prima con la serie drammatica “The Bourgeoisies”, poi con il programma satirico “This is Our Country” e la serie TV “Dovale Olam”. Nel 2004 ha diretto il mediometraggio drammatico “Ma Ata Sach?” (“You Don’t Say”). Tra il 2006 e il 2007 è stato il regista di 14 episodi della serie televisiva statunitense “Be Tipul” (da cui la HBO ha ricavato “In Treatment”). “Hitparzut X” (2010) è il suo primo lungometraggio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+