33 sceny z zycia (33 Scenes from Life) > Malgorzata Szumowska

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

33 sceny z zycia (33 Scenes from Life)
regia: Malgorzata Szumowska (Polonia-Germania/2008)
recensione a cura di Roberto Rippa

Trama
Julia, promettente fotografa, vive insieme alla madre scrittrice, al padre regista, alla sorella e al marito, famoso compositore.
La loro vita pare idilliaca fino a quando la malattia irrompe nelle loro esistenze nella forma concreta di un cancro che viene scoperto alla madre. Mentre il padre affonda il dolore nell’alcol, Julia non riesce a trovare sostegno e conforto nel marito, troppo impegnato nel lavoro.

Commento
Ci sono film che fanno del dolore un’esibizione tanto insistita da risultare infine sterile, quasi plastica.
È il caso del film di Malgorzata Szumowska, che la regista presenta a inizio proiezione come: “Un film deprimente fino a circa metà in cui poi irrompe l’umorismo”. Sarà ma l’umorismo in questa vicenda tragica in modo insistito non l’ha trovato nessuno.
Il problema del film è proprio questo: il dolore fa parte della vita e tutti l’hanno forzatamente sperimentato almeno una volta. C’è quindi bisogno che qualcuno ci prenda per la nuca per poi farci strofinare la faccia dentro? No, secondo me, e secondo i molti registi che l’hanno saputo raccontare in maniera eccellente.
La rappresentazione filmica del dolore, così come di tutti i sentimenti, gli stati d’animo profondi della vita, è difficile e comunque non può prescindere dalla sottigliezza per provocare empatia in chi assiste.
E non è una questione di insensibilità né di cinismo.
Così, dopo avere assistito per metà film all’agonia di una donna malata di cancro, di cui non ci viene risparmiato nessun effetto, la vediamo morire. Poco dopo sarà il momento di una seconda morte. E così ci si ritrova a chiedersi quando morirà il cane. Non rovinerò nessuna sorpresa scrivendo che è solo questione di tempo e anche lui passerà a miglior vita.
Alla fine della visione, viene da pensare che la morte non sia poi così brutta. Soprattutto se risparmia dalla visione di film come questo. Che sia questo l’umorismo di cui la regista parlava?

Premio speciale della giuria. Premio dei Comuni di Ascona e di Losone a Locarno 61.

Roberto Rippa

 




33 sceny z zycia (33 Scenes from Life)
Regia, sceneggiatura: Malgorzata Szumowska
Fotografia: Michal Englert
Montaggio: Jacek Drosio
Musiche: Pawel Mykietyn
Interpreti: Julia Jentsch, Peter Gantzler, Maciej Stuhr, Andrzej Hudziak, Malgorzata Hajewska
Formato: 35mm
Paese: Polonia, Germania
Anno: 2008
Durata: 96’

 


l’articolo è stato pubblicato su Rapporto Confidenziale. Speciale 61° Festival del Film di Locarno.
6-16|8|2008 | settembre’08 (pag.26)

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+