Les arbitres > Yves Hinant

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Les arbitres01

62. Festival internazionale del film Locarno (sezione Ici et ailleurs)

In che modo, pochi secondi di una partita di calcio possono stravolgere la vita di un’intera famiglia?
Cosa provano gli “uomini in nero” di fronte agli insulti e alle minacce dei tifosi?
In Les Arbitres, il regista Yves Hinant rivela la vita nascosta di questi uomini, i retroscena di un’importante partita di calcio.
L’arbitro inglese Howard Webb, tra i migliori d’Europa, partecipa agli Europei di calcio 2008 con la ferma intenzione di arbitrare la finale. Ma una decisione presa contro la squadra polacca e la polemica che ne dipenderà – con il Primo Ministro che dichiara di avere avuto la tentazione di ‘uccidere qualcuno’ – avranno la meglio sui suoi progetti. Accanto a lui, Mejuto lo spagnolo, aspira anche lui alla finale. Suo malgrado, si presenta un ostacolo: la sua nazionale rischia di arrivare in finale, facendo così fallire più di quattro anni di sforzi. Accanto a loro, le famiglie e gli amici condividono gli ostacoli, vivendo le partite secondo dopo secondo.

Il film

Da quindici anni, il produttore Jean Libon, con la celebre emissione ‘Strip Tease’ (RTBF, France3), ha imposto il suo stile controverso e provocatorio nella produzione di documentari.
Dopo una prima domanda depositata alla UEFA nel 2000, ottiene finalmente, in occasione degli Europei 2008, l’autorizzazione ad accedere nel circuito chiuso dell’arbitraggio. Attorno a Jean Libon e Yves Hinant, si sono così riuniti talenti desiderosi di creare un nuovo genere di film: la montatrice Françooise Tourmen, ma anche il designer di produzione Josh Norton (Big Star NYC), il sound designer Van Romaine (Live Wire Audio), senza dimenticare lo specialista della color correction Mike Morris.
Il risultato è un documentario (il cui titolo inglese è, più appropriatamente, Kill the Referee) che per la prima volta esplora il terreno di calcio dal punto di vista inedito dei tecnici di gara, di cui si possono anche sentire le concitate indicazioni nel corso delle partite ai loro assistenti nonché sprazzi delle loro vite private, divertente e di grande ritmo, che permette di captare l’ansia di un mestiere in cui il minimo errore è sotto gli occhi di milioni di tifosi e può essere causa di gravi conseguenze.

Roberto Rippa

Il regista

Il regista Yves Hinant è nato il 30 marzo 1968 a Liegi, in Belgio. Debutta alla RTBF come giornalista sportivo e dopo due anni raggiunge l’equipe della rubrica ‘Strip Tease’, diretta da Jean Libon e Marco Lamensch. Ha diretto una trentina di film, tra cui Tien ta droiteHistoire d’Ivoire (nominato Premio Europa), Le Flic, la Juge et l’Assassin (Gran Prix festival des Docs di Lovanio e Prix Scam 2008).

Les arbitres (Belgio, 2009)
Un film di Yves Hinant e Jean Libon
Diretto da Yves Hinant, Eric Cardot, Delphine Lehericey
Da un’idea originale di Yvan Cornu
Operatori alla macchina: Didier Hill-Derive, Antonio Capurso, Vincent Hufty
Musica extra: Van Romaine
Montaggio: Françoise Tourmen
77′

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+