Bir Hayatı Masal Gibi Anlatmak! (Life as a Fable a Narrative!) > Hüseyin Karabey

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

In Life as a Fable a Narrative!, Hüseyin Karabey, parte da una dichiarazione di Robert Bresson («Non ci può essere legame tra teatro e cinema senza che uno distrugga l’altro») per mettere in scena la vera storia di Jülide Kural, attrice che, dopo essere diventata troppo famosa per la sua indole a causa di una serie televisiva, scappa a Berlino e lì scopre casualmente Frida Kahlo e ne rimane appassionata fino al punto di lavorare per 5 anni a uno spettacolo teatrale sulla sua vita, convinta che l’eco delle sue battaglie possa cosituire un bene per il suo stesso Paese. A un certo punto del lavoro, Jülide inizia a vedere un riflesso delle difficoltà e della forza della pittrice messicana di origine tedesca negli ostacoli che lei stessa incontra nel montare lo spettacolo teatrale. Uno spettacolo decisamente impegnativo che avrà solo 3 repliche in quanto l’attrice sarà vittima di un incidente automobilistico che le lesionerà la colonna vertebrale, facendole vivere lo stesso dolore provato in scena in un’identificazione crescente e pressoché totale con il personaggio. Quattro mesi dopo, contro ogni previsione, lo spettacolo tornerà in scena e l’attrice interpreterà il ruolo con una nuova consapevolezza e il sospetto che Frida Kahlo stessa non permetta a nessuno di osare interpretarla senza provare la stessa pena provata da lei nella vita.
Il regista unisce le immagini delle prove dello spettacolo nel corso del tempo alle riprese dello stesso, un’intervista all’attrice-regista, non mancando di documentare la sua faticosa ripresa in seguito all’incidente.

Karabey che, come dimostrano il suo lungometraggio Gitmek – “Benim Marlon ve Brandom”, in cui ricostruisce una storia vera attraverso le persone che l’hanno vissuta e che interpretano loro stesse, e Hiçbir Karanlık Unutturamaz (No Darkness Will Make Us Forget), in cui fotografa un momento di svolta della storia contemporanea turca usando l’animazione, ha trovato uno stile peculiare nell’indagare mescolando realtà e ricostruzione e fonde nuovamente qui due linguaggi diversi, in modo mirabile, confermandosi uno tra gli autori europei contemporanei più interessanti.

Roberto Rippa

Bir Hayatı Masal Gibi Anlatmak!
(titolo internazionale: Life as a Fable a Narrative!. Turchia, 2012)
Regia: Hüseyin Karabey
Montaggio, montaggio suono: Baptiste Gacoin
Camera: Hüseyin Karabey, Cenk Örtülü, Canana Kesebir, Kutlutürk
Pièce teatrale interpretata e diretta da Jülide Kural
Produzione: Asi Film
34′

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+