Rammbock > Marvin Kren

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

articolo pubblicato su Rapporto Confidenziale numero28 (speciale 2010) pag. 71
all’interno di RC:speciale 63° Festival del film Locarno 4-14 | 8 | 2010

Rammbock
Marvin Kren | Germania – 2010 – 35mm – colore – 64′

di Roberto Rippa

Michael è appena arrivato a Berlino per visitare la sua amata ex ragazza, Gabi, quando inizia a diffondersi un terribile virus che trasforma le persone in maniaci omicidi decerebrati. Giunto a casa di lei, non trova la ragazza ma Harper, un apprendista idraulico che stava eseguendo dei lavori nella palazzina. I due riescono a barricarsi in casa quando orde inferocite di persone infette iniziano a sciamare nell’edificio. Circondati da zombie assetati di sangue, Michael e Harper lottano per la sopravvivenza. Dovranno chiamare a raccolta tutta la loro ingegnosità per uscire da lì e andare a cercare Gabi.

Mentre al cinema i vampiri stanno vivendo una seconda (o terza, o quarta…) giovinezza, fortunatamente c’è chi ancora pensa ad altri esseri mutati, come gli uomini contaminati e resi omicidi da un misterioso virus (non dissimili da quelli che apparivano in Virus di Bruno Mattei) che nel film di Kren non vedono l’ora di trasformare in loro simili tutti coloro che incontrano, richiamati dai rumori da loro prodotti.
Marvin Kren, trentenne al suo primo lungometraggio, prende a prestito lo spunto per il suo film da [Rec] di Jaume Balagueró e Paco Plaza – soprattutto per la situazione claustrofobica – per poi discostarsene grazie al massiccio ricorso all’ironia e addirittura al romanticismo.
Aiutato dal protagonista, l’ottimo Michael Fuith, Kren non perde di vista per un solo secondo il ritmo (del resto il film dura esattamente 64 minuti) e, mescolando con grande misura ed efficacia orrore e commedia, giunge al sorprendente finale senza che lo spettatore abbia avuto un solo momento per distrarsi.
Coprodotto dalla rete televisiva tedesca ZDF.

Marvin Kren

Nasce a Vienna nel 1980 e dal 2000 lavora come assistente alla regia. Nel 2005 si laurea in economia e business management con una tesi dal titolo “Financing and Marketing of Austrian Motion Pictures”. Nel 2008 conclude un biennio di studi di regia alla Hamburg Media School.
Rammbok è il suo primo lungometraggio.


Rammbock
Germania – 2010 – 35mm – colore – 64′
Opra prima | Piazza Grande | 63° Festival del film Locarno
Regia: Marvin Kren
Sceneggiatura: Benjamin Hessler
Fotografia: Moritz Schultheiß
Musiche: Marco Dreckkötter, Stefan Will
Montaggio: Silke Olthoff
Interpreti principali: Sebastian Achilles, Ingrid Beerbaum, Carsten Behrendt, Melanie Berke, Sabrina Caramanna, Emily Cox, Michael Fuith

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+