Clerks > Kevin Smith

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Trama

Dante Hicks è il commesso di un piccolo supermercato che si trova nel mezzo del nulla nel New Jersey. Chiamato a lavorare nel suo giorno libero per sostituire un collega ammalato, giunto al negozio si trova a dover affrontare una serie inesauribile di problemi: la serranda non si apre, la sua ex fidanzata, che ancora ama, sta per sposarsi, la sua attuale ragazza, che tenta di convincerlo a riprendere gli studi all’università, gli confessa alcuni fatti appartenenti al suo passato. Come se non bastasse, ha una partita di hockey alle 14.00 e non ha un sostituto al negozio e il suo amico Randall, commesso della videoteca adiacente, e con meno voglia di lavorare di quanto ne abbia lui, non fa altro che distrarlo.

This job would be great if it wasn’t for the fucking customers. (Randal Graves)

Commento

Una persona potrebbe fare molto con 27’575 dollari ma Kevin Smith ha fatto la scelta più giusta quando ha deciso di investire la cifra (derivatagli da una decina di carte di credito a suo nome, dalla vendita della sua collezione di fumetti – poi ricomperata – e da una donazione della sua famiglia) nel suo film d’esordio.
Clerks segue una giornata qualunque di due commessi che lavorano uno, Dante, in un piccolo supermercato (dal nome “Quick Stop”) e l’altro, Randal, nella videoteca a fianco.
Dante viene chiamato al lavoro un sabato mattina, suo giorno libero, a sostituire un collega malato e viene subito raggiunto in negozio da Randal.
I due trascorrono la giornata insieme chiacchierando, maltrattando i clienti e, soprattutto, osservando e commentando la varia umanità di passaggio nel negozio.
Girato in 16mm durante la notte nel negozio in questione (dove Kevin Smith lavorava veramente al tempo), il film è decisamente un’opera a basso costo con tanto di salti nella colonna sonora, camera talvolta non proprio stabile e un montaggio a tratti imperfetto. Queste piccole esitazioni di carattere tecnico contribuiscono però ad attribuire all’opera il suo fascino fatto di grande divertimento e ironia che nascondono a stento desolazione e disperazione mentre racconta della stagnazione dei due poco più che ventenni.
Quest’opera acerba e molto particolare di Kevin Smith, definita da un critico come “un’overdose di realtà piena di sottile ironia e umorismo irresistibile”, è uno dei più divertenti film americani degli anni ’90 nonché il film manifesto della generazione X che i 13 anni dalla sua uscita non hanno fatto invecchiare affatto.

Premio della giuria dei giovani al festival di Cannes nel 1994, premio al festival Sundance e premio del pubblico al festival di Deauville sempre nel 1994.

Roberto Rippa

Curiosità

Clerks iniziò il suo viaggio nella distribuzione all’IFFM (Independent Feature Film Market) dove venne visto e apprezzato da Bob Hawk, membro della commissione selezionatrice del Sundance Festival. E’ proprio al Sundance che venne notato e acquistato per la distribuzione dalla Miramax.

Il “Quick Stop” e la videoteca del film si trovano al numero 58 di Leonard Ave., a Leonardo (New Jersey).

Malgrado la totale assenza di violenza, sesso o scene di nudo nel film, il film venne vietato ai minori di 17 anni. La Miramax assunse l’avvocato Alan Dershowitz (noto per avere fatto parte del collegio difensivo di OJ Simpsons) per ottenere una revisione del divieto, che infatti venne accordata senza che si rendesse necessario apportare tagli al film.

Jeff Anderson, che interpreta il ruolo di Randal, non aveva mai recitato prima. Oltre che in Clerks II, lo si può notare anche nelle seguenti opere di Kevin Smith: Dogma e Jay and Silent Bob Strike Back.

Kevin Smith girò il film nel negozio dove lavorava all’epoca. Il permesso di girare gli venne accordato dal proprietario a patto che avesse girato unicamente al di fuori dall’orario di apertura. Il film offre con la rottura del lucchetto che tiene chiusa la serranda una spiegazione al fatto che la stessa è abbassata durante tutto lo svolgimento della storia.

Il costo dei diritti per l’utilizzo della musica presente nel film (circa 27’000 dollari) supera il costo totale della lavorazione (circa 26’800). E’ il primo caso nella storia del cinema.

Nella scena in cui Randal sciorina una serie di titoli di film porno alla giovane madre con bambina in braccio venne girata in due ambienti diversi in quanto Jeff Anderson si rifiutò di leggere la lista di fronte a lei. Malgrado questo, le reazioni della madre vennero filmate mentre la lista le veniva letta in un secondo tempo.

Il personaggio di Silent Bob (Bob il muto), interpretato da Kevin Smith e ricorrente nei suoi film, non è poi così muto. In Clerks e Mallrats (1995) pronuncia una sola parola ma in Dogma (1999) parla due volte, in Chasing Amy (1997) ha un lungo dialogo e in Jay and Silent Bob Strike Back (2001) diventa addirittura un chiacchierone.

Il montaggio originale vedeva il film terminare con l’uccisione di Dante da parte di un rapinatore. La scena venne tagliata nella versione definitiva ma può essere vista negli extra del DVD pubblicato da Miramax.

Grace Smith, che interpreta il ruolo della “Milk Maid”, è la madre di Kevin Smith.

Dopo la vicenda riguardante Caitlin e l’uomo morto nel bagno, Randal esclama “avremo bisogno di una barca più grande” (“we’re gonna need a bigger boat…”), citazione di Jaws (Lo squalo, Steven Spielberg, 1975), uno dei film preferiti di Kevin Smith.

Mentre si trova fuori dal negozio, Jay esclama “I’ll fuck anything that moves!” (“Mi scoperò qualsiasi cosa in movimento”). E’ la stessa frase che esclama il personaggio interpretato da Dennis Hopper in Blue Velvet (Velluto blu di David Lynch, 1986).


Clerks (USA, 1994)
Regia, soggetto e sceneggiatura: Kevin Smith
Musiche originali: Scott Angley, Jerry Cantrell (non accreditato), Sean Kinney (non accreditato), Bad Religion (non accreditati), Layne Staley (non accreditato), Michael Starr (non accreditato)
Fotografia: David Klein
Montaggio: Scott Mosier, Kevin Smith
Interpreti principali: Brian O’Halloran, Jeff Anderson, Marilyn Ghigliotti, Lisa Spoonhauer, Jason Mewes, Kevin Smith
92′

DVD

Mai pubblicato in DVD in Italia (ne esiste solo una VHS pubblicata da Elleu con audio italiano), Clerks ha conosciuto nel tempo diverse edizioni in lingua inglese, l’ultima tra le quali quella in 3 dischi pubblicata in occasione del decimo anno dalla sua uscita.

Editore: Miramax (distribuzione Buena Vista Home Entertainment)
Origine: UK
Regione: 2
Formato video: 1.85:1
Formato audio: Dolby Digital 5.1
Lingue: inglese
Sottotitoli: inglese per non udenti
Contenuti extra: New Cast And Crew Commentary / The Snowball Effect Documentary / Animated Missing Scene / Mae Day The Crumbling Of A Documentary / Jay And Silent Bob TV Spots / Flying Car Short From The Tonight Show / 10th Anniversary Q And A / Original Audition Tapes / Music Video / Still Photo Gallery / Trailers

Regione 1:

Clerks (Collector’s Series)

Regione 2:

Clerks (3 Disc Steelbook Collector’s Edition) [DVD] [1993]

Clerks – 10th Anniversary Edition (3 Disc Special Edition Box Set) [DVD]

Clerks [DVD] [1993]

Collegamenti:

Sito ufficiale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+