Wes Anderson’s Commercials

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Ma quali sono i film che incassano davvero? Come si fa a pensare di campare facendo il regista cinematografico, magari con l’ambizione di raccontare una storia?
Non ne ho idea. Però esiste la pubblicità: pagano bene e, quando capita, lasciano pure libertà creativa. Se ti chiami Wes Anderson poi ti viene addirittura consentito di lasciare inalterati poetica e stile. È capitato a Bergman, David Lynch, Fellini e un’altra sfilza di grandi registi di tutte le epoche.

Wes Anderson aveva già praticato il linguaggio del commercial con spassosissimi micro-film per Stella Artois (diretto con il sodale Romain Coppola), American Express (un cult!), SoftBank (con Brad Pitt) e IKEA.

L’ultimo lavoro di questo tipo è per conto della Hyundai, due spot di 30” dedicati al nuovo modello della multinazionale sud coreana che sono un sunto perfetto, un bignami per immagini, in cui si condensano tutte le caratteristiche di uno stile unico ed inconfondibile: The Sustance of Style.

Buona visione.
(ag)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+