Tutti gli articoli di Rapporto Confidenziale

Locarno 2020 // I 43 cortometraggi dei Pardi di domani

Locarno 2020 // I 43 cortometraggi dei Pardi di domani

Sono stati scelti i titoli che dal 5 al 15 agosto parteciperanno al concorso dei Pardi di domani. Durante l’edizione Locarno 2020 – For the Future of Films questi cortometraggi saranno visibili online in tutta la Svizzera e nel resto del mondo, e in sala a Locarno e Muralto. Dodici parteciperanno al concorso nazionale, mentre gli altri trentuno si contenderanno i premi

Palermo // XV Sole Luna Doc Film Festival

Palermo // XV Sole Luna Doc Film Festival

DAL 6 AL 12 LUGLIO LA XV EDIZIONE DI SOLE LUNA FESTIVAL A PALERMO 7 serate, 40 proiezioni, 16 première al Complesso di Santa Maria dello Spasimo “Giovani” e “Archivi” le parole chiave di quest’edizione che si presenta in una formula inedita: in presenza ed online. Tre le sezioni fuori concorso: l’omaggio al regista statunitense Robert Kramer, “Sguardi Doc Italia” con alcuni tra

Musicless video. Un viaggio psichedelico oltre il capolavoro

Musicless video. Un viaggio psichedelico oltre il capolavoro

Prova a pensare di togliere la musica dai videoclip. Però non immaginarli muti, pensa di lasciare i suoni ambientali, il fruscio dei movimenti, lo stridere delle scarpe da tennis, qualche risatina, eccetera. Questo sono i video musicless, vere e proprie farneticazioni intellettuali da gustare a timpani divertiti. Giochi intelligentissimi che ti proiettano in un’altra dimensione, in un altrove che non

Una gita al lago. Intervista a Giacomo Laser

Una gita al lago. Intervista a Giacomo Laser

“È un continuo pensare fra tutte le possibilità di una mente umana e un continuo sentire fra tutte le possibilità di un cervello umano e un continuo essere trascinati di qua e di là fra tutte le possibilità di un carattere umano.” – Thomas Bernhard, Camminare (Gehen) Una gita al lago. Intervista a Giacomo Laser Domande di Dario Agazzi; risposte,

Ripensare il futuro. [AWI – ART WORKERS ITALIA]

Ripensare il futuro. [AWI – ART WORKERS ITALIA]

In questo periodo complicato molte idee mutano, altre si mettono in moto. Per i lavoratori dell’arte contemporanea il Covid-19 si è abbattuto come una tempesta che ha scoperchiato contraddizioni e fragilità di un settore che, storicamente, vive ai margini dello stato di diritto. Che fare? Art Workers Italia prova a mettere in modo energie e idee per scrivere un nuovo

SPACES #2 | 7 film ispirati a “Espèces d’espaces” di Perec ed ai giorni di quarantena. Aktas, Bendesky, Côté, Jones , Jude, Lynch, Zhangke

SPACES #2 | 7 film ispirati a “Espèces d’espaces” di Perec ed ai giorni di quarantena. Aktas, Bendesky, Côté, Jones , Jude, Lynch, Zhangke

Promosso dal Thessaloniki International Film Festival Spaces #2 è il secondo gruppo di cortometraggi realizzati da registi internazionali durante questi mesi di confinamento. Il progetto è ispirato dal testo di Georges Perec Espèces d’espaces (1974) – edito in italia da Bollati Boringhieri, con il titolo Specie di spazi. Tra i cortometraggi si segnala Visit di Jia Zhangke, divertita e malinconica riflessione

Tous surveillés – 7 milliards de suspects (La Società della Sorveglianza – 7 miliardi di sospetti) di Sylvain Louvet (2019)

Tous surveillés – 7 milliards de suspects (La Società della Sorveglianza – 7 miliardi di sospetti) di Sylvain Louvet (2019)

Che livello di sorveglianza può sopportare la nostra libertà? Questo profetico documentario realizzato nel 2019 dal giornalista e videomaker Sylvain Louvet, per Capa Presse, passa in rassegna l’ossessione securitaria per l’Intelligenza Artificiale Visiva. Dalla Francia, agli Stati Uniti e Israele enormi interessi privati e pubblici giocano con le nostre paure imponendo una società del controllo senza passare per la democrazia.

Chu Ishikawa ‎| Tetsuo Complete Box (2010)

Chu Ishikawa ‎| Tetsuo Complete Box (2010)

Questo cofanetto, pubblicato nel 2010 da Sony Music Japan, riunisce per la prima volta le tre colonne sonore composte ed eseguite da Chu Ishikawa (1966-2017) per la serie cinematografica diretta da Shinya Tsukamoto: Tetsuo: The Iron Man (1989), Tetsuo II: Body Hammer (1992) e Tetsuo: The Bullet Man (2010). Una rarità che per la prima volta rende disponibili le corrosive