Tutti gli articoli di Rapporto Confidenziale

Musicless video. Un viaggio psichedelico oltre il capolavoro

Musicless video. Un viaggio psichedelico oltre il capolavoro

Prova a pensare di togliere la musica dai videoclip. Però non immaginarli muti, pensa di lasciare i suoni ambientali, il fruscio dei movimenti, lo stridere delle scarpe da tennis, qualche risatina, eccetera. Questo sono i video musicless, vere e proprie farneticazioni intellettuali da gustare a timpani divertiti. Giochi intelligentissimi che ti proiettano in un’altra dimensione, in un altrove che non

Una gita al lago. Intervista a Giacomo Laser

Una gita al lago. Intervista a Giacomo Laser

“È un continuo pensare fra tutte le possibilità di una mente umana e un continuo sentire fra tutte le possibilità di un cervello umano e un continuo essere trascinati di qua e di là fra tutte le possibilità di un carattere umano.” – Thomas Bernhard, Camminare (Gehen) Una gita al lago. Intervista a Giacomo Laser Domande di Dario Agazzi; risposte,

Ripensare il futuro. [AWI – ART WORKERS ITALIA]

Ripensare il futuro. [AWI – ART WORKERS ITALIA]

In questo periodo complicato molte idee mutano, altre si mettono in moto. Per i lavoratori dell’arte contemporanea il Covid-19 si è abbattuto come una tempesta che ha scoperchiato contraddizioni e fragilità di un settore che, storicamente, vive ai margini dello stato di diritto. Che fare? Art Workers Italia prova a mettere in modo energie e idee per scrivere un nuovo

SPACES #2 | 7 film ispirati a “Espèces d’espaces” di Perec ed ai giorni di quarantena. Aktas, Bendesky, Côté, Jones , Jude, Lynch, Zhangke

SPACES #2 | 7 film ispirati a “Espèces d’espaces” di Perec ed ai giorni di quarantena. Aktas, Bendesky, Côté, Jones , Jude, Lynch, Zhangke

Promosso dal Thessaloniki International Film Festival Spaces #2 è il secondo gruppo di cortometraggi realizzati da registi internazionali durante questi mesi di confinamento. Il progetto è ispirato dal testo di Georges Perec Espèces d’espaces (1974) – edito in italia da Bollati Boringhieri, con il titolo Specie di spazi. Tra i cortometraggi si segnala Visit di Jia Zhangke, divertita e malinconica riflessione

Tous surveillés – 7 milliards de suspects (La Società della Sorveglianza – 7 miliardi di sospetti) di Sylvain Louvet (2019)

Tous surveillés – 7 milliards de suspects (La Società della Sorveglianza – 7 miliardi di sospetti) di Sylvain Louvet (2019)

Che livello di sorveglianza può sopportare la nostra libertà? Questo profetico documentario realizzato nel 2019 dal giornalista e videomaker Sylvain Louvet, per Capa Presse, passa in rassegna l’ossessione securitaria per l’Intelligenza Artificiale Visiva. Dalla Francia, agli Stati Uniti e Israele enormi interessi privati e pubblici giocano con le nostre paure imponendo una società del controllo senza passare per la democrazia.

Chu Ishikawa ‎| Tetsuo Complete Box (2010)

Chu Ishikawa ‎| Tetsuo Complete Box (2010)

Questo cofanetto, pubblicato nel 2010 da Sony Music Japan, riunisce per la prima volta le tre colonne sonore composte ed eseguite da Chu Ishikawa (1966-2017) per la serie cinematografica diretta da Shinya Tsukamoto: Tetsuo: The Iron Man (1989), Tetsuo II: Body Hammer (1992) e Tetsuo: The Bullet Man (2010). Una rarità che per la prima volta rende disponibili le corrosive

“Chine. Le monde d’après” (Fase 2 in Cina: il mondo di domani) di Sébastien Le Belzic (2020)

“Chine. Le monde d’après” (Fase 2 in Cina: il mondo di domani) di Sébastien Le Belzic (2020)

Sébastien Le Belzic, già autore di Diario della quarantena a Pechino per ARTE Reportage, ci porta nella fase 2 nella capitale cinese. Quella in cui i cinesi, un tempo commiserati e quindi accusati per il rischio pandemico legato al Coronavirus, osservano l’Europa alle prese con il lock-down, mentre per la prima volta escono a respirare l’aria primaverile, dopo due mesi

15DOC Sole Luna Doc Film Festival winners collection

15DOC Sole Luna Doc Film Festival winners collection

Rassegna online dei film vincitori delle edizioni di Sole Luna Doc Film Festival Quest’anno il Sole Luna Doc Film Festival celebrerà quindici anni di attività, un traguardo importante che merita di essere celebrato degnamente, per ringraziare il pubblico che ci ha seguiti e che è cresciuto di anno in anno, sempre più attento ed esigente. Avevamo in programma diversi eventi