L’intouchable > Benoît Jacquot

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someonePrint this page

La ragazza più antipatica del mondo parte dalla Francia alla volta dell’India, dove spera di incontrare il padre che non ha mai conosciuto.
In un’India per metà da cartolina e per metà da “mondo-movie” (l’insistito primo piano sui cadaveri che vengono bruciati, gli insistiti primi piani su seno, sedere, pube di lei durante un massaggio), lo incontrerà ma non è dato di sapere se gli rivelerà la sua presenza. Buon per lui.
Dialoghi sul genere: “Il tuo letto è troppo piccolo se ci sono anch’io?” “No, è troppo grande se non ci sei!”.
Un piccolo, fasullo, ipocrita, insulso filmetto prodotto da Arte e indegno di partecipare a un festival del cinema. A qualsiasi festival del cinema.

Roberto Rippa

L’intouchable
(Francia, 2006)
Regia, sceneggiatura: Benoît Jacquot
Musiche: Vijay Jaiswal, Monu Rao
Fotografia: Caroline Champetier
Montaggio: Luc Barnier, Olivier Goinard
Interpreti principali: Isild Le Besco, Marc Barbé, Bérangère Bonvoisin, Yaseen Kahn, Louis-Dominique De Lencquesaing
35mm
82′





Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrEmail this to someonePrint this page