Tag 'Ferdinando Cito Filomarino'

Lui è l’amore. “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino

Lui è l’amore. “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino

“L’usurpatore!”. Elio non conosce ancora Oliver, ma sa che l’ospite gli soffierà la camera da letto. Scruta dalla finestra l’arrivo dello straniero, sospinto nella sua beltà corrusca da un’onda di Sole, e ignora che quel tizio misterioso lo stravolgerà… La genealogia policefala di Chiamami col tuo nome suona come un inno al multiculturalismo e testimonia, al contempo, un decorso gestatorio

“Inconscio italiano”. Intervista a Luca Guadagnino

“Inconscio italiano”. Intervista a Luca Guadagnino

da Rapporto Confidenziale numero 35 (speciale Locarno 64) Luca Guadagnino (Palermo, 1971). Regista cinematografico e teatrale, sceneggiatore e produttore. Laureato all’Università La Sapienza di Roma con una tesi sui film di Jonathan Demme. Nel 1999 gira “The Protagonists”, un’eccentrica opera prima presentata alla Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2003 è a Locarno con “Mundo civilizado”, strana commistione fra film musicale

Inconscio italiano > Luca Guadagnino

Inconscio italiano > Luca Guadagnino

da Rapporto Confidenziale numero 35 – speciale Locarno 64 Nel 1935, XIII anno del governo Mussolini, l’Italia invade lo Stato sovrano dell’Etiopia. Il Duce depone l’Imperatore Hailè Selassié. Introduce leggi razziali, crea infrastrutture imponenti, si annette le terre. L’occupazione dura sei anni. La guerra fascista uccide oltre 300’000 etiopi tra militari e civili. Nel 1941 l’imperatore riconquista la sua terra. Il

Locarno 63 – Palmarès

Concorso internazionale La Giuria ufficiale del 63o Festival del film Locarno, composta da: • Eric Khoo, regista, Singapore (Presidente) • Golshifteh Farahani, attrice, Iran • Melvil Poupaud, attore, Francia • Lionel Baier, regista, Svizzera • Joshua Safdie, regista, USA ha deciso di assegnare i seguenti premi: Pardo d’oro Gran Premio del Festival, della Città e della Regione di Locarno HAN

Diarchia > Ferdinando Cito Filomarino

Giano e Luc si conoscono appena. Stanno viaggiando attraverso un bosco colti da un improvviso temporale. Si riparano nella immensa villa di Luc. Rotto il ghiaccio, i due cominciano a lottare scherzosamente. All’improvviso un incidente. Giano, colto dal panico, non sa se Luc sia morto o abbia semplicemente perso i sensi. Inaspettata, rientra in casa la sorella di Luc. Preso