Locarno 64 // Programma completo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Il programma dalla 64esima edizione del Festival del film di Locarno è stato finalmente reso noto e di seguito ve lo riportiamo in maniera integrale e dettagliata. Salta subito all’occhio l’ammiccamento al mondo del glamour e dei blockbuster (J.J. Abrams e Kabir Bedi, tanto per fare due nomi), mossa strategica per questa seconda edizione diretta da Olivier Père che prova ad attuare un riposizionemento del festival svizzero nel quadro di riferimento delle maggiori kermesse internazionali. Sotto alla cortina fumogena dei grandi nomi si rintraccia nel programma l’attitudine storica di Locarno alla scoperta dei nuovi talenti, all’esplorazione di opere prime e seconde, alle "finestre sul mondo" della sezione ‘Oper Doors’ quest’anno dedicata alla cinematografia indiana.
Da segnalare una maggiore attenzione alla comunicazione che verificheremo sul campo essere all’altezza delle aspettative e delle risorse che paiono essere state investite.

Rapporto Confidenziale, come da tradizione, seguirà l’intero svolgimento del festival dandone conto attraverso il sito ed il mensile con la consueta indipendenza di giudizio.

Invitiamo da subito i lettori a sostenerci anche finanziariamente attraverso il collaudato sistema di donazioni e abbonamenti.

 

* * *

64°
Festival del film
Locarno
3-13 | 8 | 2011
www.pardo.ch

 

Olivier Père, Direttore artistico del Festival del film di Locarno

 

Il seguito delle idee
introduzione del Direttore Artistico

Il Festival del film Locarno si impone ancora una volta come un appuntamento immancabile per autori, osservatori e protagonisti del cinema mondiale. Un festival vicino a cineasti e ad artisti, cinefilo e popolare, che ha deciso di impegnarsi attivamente per salvaguardare e presentare un cinema indipendente, vivo, esaltante per gli occhi e per la mente.

Il Festival, fedele alle sue origini e proteso verso il futuro, prosegue la sua avventura, sempre sensibile alle mutazioni del cinema e attento a individuare nuovi talenti. Continua la volontà di mantenere basso il numero di film selezionati per garantire loro una visibilità ottimale, pur offrendo diverse proposte, attraenti e affascinanti, che danno spazio alle cinematografie del mondo, alla creazione cinematografica in tutte le sue sfaccettature e alla grande storia del cinema. Tra le personalità che animeranno la 64a edizione, Claudia Cardinale, Ingrid Caven, Kabir Bedi, Guy Bedos, Abel Ferrara, Mike Medavoy, Bruno Ganz, Adoor Gopalakrishnan, Claude Goretta, Hitoshi Matsumoto, Kati Outinen, Pierre Richard, Maribel Verdú, Anri Sala, Daniel Brühl e Nicolas Winding Refn.

Quest’anno il Concorso internazionale proporrà 20 lungometraggi, di cui 14 in prima mondiale. Il concorso, generoso ed esigente allo stesso tempo, raccoglie diversi grandi nomi del cinema contemporaneo, autori di opere già presentate in altri festival, habitué di Locarno o debuttanti, ma anche giovani autori provenienti da tutto il mondo che entrano di diritto fin da ora in un concorso internazionale grazie al loro talento e alla loro bravura.

Il Concorso Cineasti del presente, più compatto rispetto all’anno scorso, presenterà 14 opere prime o seconde, di cui 9 in prima mondiale. La sezione conferma un’apertura sui paesi emergenti nel panorama cinematografico mondiale e un’attenzione particolare per i cineasti più originali della scena indipendente internazionale. Troveremo film provenienti da Portogallo, Cina, Argentina, Italia, Francia, Svizzera, Filippine, Stati Uniti, Kazakistan e persino un film coreano girato in Uzbekistan!

La sezione Pardi di domani, dedicata ai cortometraggi – che ha festeggiato l’anno scorso i suoi primi vent’anni – si arricchisce di una nuova sezione fuori concorso, «corti d’artista», che propone cortometraggi al confine tra cinema e arti plastiche firmati da artisti-registi o da registi-artisti. La sezione «corti d’autore» proporrà invece film di attori e registi che hanno già fatto lungometraggi.

Parallelamente ai concorsi, una quindicina di film Fuori concorso. Una rassegna di opere provenienti da tutto il mondo: documentari, saggi cinematografici, mediometraggi o film di finzione in prima mondiale, internazionale o europea.

Il Festival del film di Locarno renderà omaggio al coraggioso Jafar Panahi, condannato a sei anni di reclusione e interdetto per vent’anni dall’esercitare la sua attività di regista per aver criticato il regime iraniano, proiettando il suo secondo lungometraggio, Lo specchio, Pardo d’oro al Festival del film Locarno nel 1997.

Questa edizione del Festival dedicherà poi la grande retrospettiva a Vincente Minnelli, maestro della commedia musicale e del melodramma hollywoodiano. Tutti i suoi film saranno proiettati nelle migliori copie disponibili in 35mm. Come per la rassegna integrale dedicata a Ernst Lubitsch nel 2010, le proiezioni saranno accompagnate da presentazioni di critici cinematografici e cineasti. È inoltre prevista una tavola rotonda sul regista americano. In occasione della retrospettiva, organizzata in collaborazione con la Cinémathèque suisse, sarà pubblicato un volume firmato da Emmanuel Burdeau, già caporedattore dei «Cahiers du cinéma», edito da Capricci in collaborazione con il Festival del film Locarno. Leslie Caron ricorderà il suo sodalizio con il maestro della commedia musicale nella sua autobiografia Une Française à Hollywood e in Piazza Grande sarà proiettato il film Un Americano a Parigi.

La Piazza Grande offrirà una programmazione eclettica e ricca di eventi, con film in prima mondiale, internazionale o europea, ma anche titoli importanti in anteprima svizzera. Avremo l’onore di accogliere nella splendida cornice della Piazza Harrison Ford, Daniel Craig, Olivia Wilde e Jon Favreau per la prima europea di Cowboys & Aliens. Blockbuster estivi, film d’autore e popolari provenienti da tutto il mondo (commedie, drammi, thriller e film d’avventura) nonché numerosi artisti celebrati in Piazza Grande coroneranno l’evento illuminando le serate del Festival del film Locarno, nel segno del grande spettacolo, del grande cinema, dell’emozione, della passione e della riflessione.

Olivier Père, Direttore artistico

 

Il Festival in diretta
introduzione del Direttore operativo

I film sono senza dubbio il cuore del Festival del film Locarno. Molti sono però gli elementi che contribuiscono al successo dell’evento, permettendo al pubblico di godere pienamente dell’ampia offerta artistica. Per questo motivo – cercando di migliorare costantemente i servizi offerti – ci siamo quest’anno concentrati sullo sviluppo di una nuova piattaforma multimediale chiamata Pardo Live e sulla mobilità sostenibile per raggiungere Locarno e per muoversi tra i diversi luoghi del Festival.
Grazie a Pardo Live gli ospiti, così come le persone che non potranno essere presenti a Locarno, potranno consultare in tempo reale articoli, foto e video in diretta oppure “on demand”. La nuova piattaforma multimediale permetterà di rimanere in contatto con Locarno grazie a notizie e curiosità dedicate alla programmazione e tutto quanto ruota attorno all’evento che andranno ad affiancare informazioni generali e altri servizi. Pardo Live è un ulteriore passo compiuto dal Festival nel mondo della comunicazione multimediale che ha come centro il sito internet www.pardo.ch, attorno al quale ruotano le applicazioni per smartphone (iPhone/iPad e Android) e la versione cartacea distribuita gratuitamente prima della proiezione serale in Piazza Grande.
Il nuovo sito è online da oggi alle 17:00, con tutte le notizie riguardanti la selezione, nell’attesa che abbia inizio la 64a. edizione, quando le notizie sulla vita del Festival lo faranno vivere con aggiornamenti continui.
Sulla scia di quanto intrapreso lo scorso anno, il Festival compie un nuovo passo per limitare l’impatto ambientale dell’evento. Per la prima volta sarà disponibile gratuitamente per tutti gli accreditati una flotta di 50 biciclette elettriche alimentate da energie rinnovabili per spostarsi da un luogo di proiezione all’altro, che affiancano le ormai collaudate navette gratuite Pardo Bus. Si rinnova inoltre il partenariato che premia chi giunge al Festival in treno con biglietti combinati trasporto-proiezione. Per le persone che si trovano a raggiungere il Festival in automobile, viene inaugurata quest’anno una collaborazione con Rete 3 della Radiotelevisione Svizzera RSI, nell’ambito dell’iniziativa di “car sharing” Libera l’auto. Maggiori informazioni saranno disponibili nei giorni precedenti il Festival sui siti liberalauto.ch, pardo.ch e rsi.ch.
Un’ulteriore iniziativa a carattere ambientale riguarda la raccolta e lo smaltimento differenziato dei rifiuti in collaborazione con il Dipartimento del territorio del Cantone Ticino e della Città di Locarno. A fianco delle postazioni di raccolta verranno anche introdotte delle azioni di sensibilizzazione del pubblico con alcuni punti informativi. Oltre a sensibilizzare i nostri ospiti, queste iniziative sono tese a ridurre le emissioni di CO2 della manifestazione, mentre per quelle rimanenti abbiamo rinnovato il partenariato con myclimate, che anche quest’anno – tramite la compensazione delle emissioni – ci porta a ricevere l’attestato Climate Neutral Event.
Tutto è pronto e non ci resta che ringraziare i nostri partner pubblici e privati, che ci permettono ogni anno grazie ai loro contributi e al loro impegno di migliorare l’organizzazione della manifestazione. Il tutto nell’attesa che si compiano nuovi passi verso la costruzione della Casa del cinema che potrà dare al Festival una sede permanente, aprendo nuove possibilità di crescita alla manifestazione. Buon Festival a tutti.

Marco Cacciamognaga, Direttore operativo

 

* * *

Le giurie ufficiali

La giuria del Concorso internazionale

Presidente: Paulo Branco, produttore (Portogallo)
Louis Garrel, attore e regista (Francia)
Sandra Hüller, attrice (Germania)
Bettina Oberli, regista (Svizzera)
Jasmine Trinca, attrice (Italia)

La giuria del Concorso Cineasti del presente

Presidente: Christoph Hochhäusler, regista (Germania)
Michelangelo Frammartino, regista (Italia)
Raya Martin, regista (Filippine)
Zhu Rikun, produttore (Cina)
Athina Rachel Tsangari, regista e produttrice (Grecia)

La giuria dei Pardi di domani

Presidente: Indu Shrikent, critico cinematografico e direttrice di festival (India)
Bakur Bakuradze, regista (Georgia/Russia)
Tom Shoval, critico cinematografico e regista (Israele)
Luc Toutounghi, produttore (Svizzera)
Rebecca Zlotowski, regista (Francia)

La giuria Opera prima

Anthony Bobeau, critico cinematografico (Francia)
Robert Koehler, critico cinematografico (Stati Uniti)
Kong Rithdee, critico cinematografico (Thailandia)

 

* * *

 

La selezione 2011

+ Piazza Grande
+ Concorso internazionale
+ Fuori concorso
+ Concorso Cineasti del presente
+ Pardi di domani
+ Premi speciali
+ Programmi speciali
+ Retrospettiva Vincente Minnelli
+ Open Doors

 

immagine da Le Havre di Aki Kaurismäki

 

torna a La selezione 2011

La Piazza Grande, uno spazio immenso capace di accogliere ogni sera fino a 8’000 spettatori, è il cuore e la vetrina del Festival. Il suo schermo gigante, uno dei più grandi d’Europa, dotato di straordinarie qualità tecniche di proiezione, rende la Piazza Grande uno dei cinema all’aperto più belli al mondo. Una cornice unica che riunisce ogni sera il variegato pubblico festivaliero per un grande evento cinematografico. Il programma della Piazza vanta prestigiose produzioni, la maggior parte in prima mondiale, internazionale o europea, presentate dal regista e dal cast.

03.08 – SUPER 8 di J.J. Abrams
04.08 – HEADHUNTERS di Morten Tyldum
04.08 – HELL di Tim Fehlbaum
05.08 – FRIENDS WITH BENEFITS di Will Gluck
05.08 – MOURIR AUPRÈS DE TOI di Spike Jonze e Simon Cahn (cortometraggio)
05.08 – ATTACK THE BLOCK di Joe Cornish
06.08 – COWBOYS & ALIENS di Jon Favreau
06.08 – DRIVE di Nicolas Winding Refn
07.08 – L’ART D’AIMER di Emmanuel Mouret
07.08 – RED STATE di Kevin Smith
08.08 – ROMANCE di Georges Schwizgebel (cortometraggio)
08.08 – BACHIR LAZHAR di Philippe Falardeau
09.08 – 4 TAGE IM MAI di Achim von Borries
10.08 – LE HAVRE di Aki Kaurismäki
11.08 – SPORT DE FILLES di Patricia Mazuy
12.08 – SAYA ZAMURAI di Hitoshi Matsumoto
12.08 – AN AMERICAN IN PARIS di Vincente Minnelli
13.08 – ET SI ON VIVAIT TOUS ENSEMBLE? di Stéphane Robelin

 

torna a La selezione 2011

Il Concorso internazionale presenta uno stimolante panorama del cinema d’autore contemporaneo in cui le opere di giovani talenti affiancano i lavori di cineasti affermati. Una giuria di autorevoli personalità del mondo del cinema è incaricata di assegnare il prestigioso Pardo d’oro a uno dei 20 lungometraggi di finzione o documentari provenienti dal mondo intero e presentati in prima mondiale o internazionale.

ABRIR PUERTAS Y VENTANAS di Milagros Mumenthaler – Argentina
ANOTHER EARTH di Mike Cahill – Stati Uniti
BEIRUT HOTEL di Danielle Arbid – Libano
CRULIC – DRUMUL SPRE DINCOLO di Anca Damian – Romania
DERNIÈRE SÉANCE di Laurent Achard – Francia
DIN DRAGOSTE CU CELE MAI BUNE INTENTII di Adrian Sitaru – Romania
EL AÑO DEL TIGRE di Sebastián Lelio – Cile
HASHOTER di Nadav Lapid – Israele
LES CHANTS DE MANDRIN di Rabah Ameur-Zaïmeche – Francia
LOW LIFE di Nicolas Klotz – Francia
MANGROVE di Frédéric Choffat e Julie Gilbert – Svizzera
ONDER ONS di Marco Van Geffen – Olanda
SAUDADE di Katsuya Tomita – Giappone
SETTE OPERE DI MISERICORDIA di Gianluca e Massimiliano De Serio – Italia
TANATHUR di Tawfik Abu Wael – Israele
TERRI di Azazel Jacobs – Stati Uniti
THE LONELIEST PLANET di Julia Loktev – Stati Uniti
TOKYO KOEN di Shinji Aoyama – Giappone
UN AMOUR DE JEUNESSE di Mia Hansen-Løve – Francia
VOL SPÉCIAL di Fernand Mélgar – Svizzera

 

torna a La selezione 2011

La sezione Fuori concorso presenta in prima mondiale, internazionale o europea opere firmate da noti registi. La selezione propone lunghi e cortometraggi, saggi cinematografici e documentari, con un’attenzione nei confronti di opere dal formato inconsueto come i progetti collettivi o le antologie di film.

1 DUE 100 OFFICINE di Danilo Catti – Svizzera
BUENAS NOCHES, ESPAÑA di Raya Martin – Spagna/Filippine
CARTE BLANCHE di Heidi Specogna – Svizzera/Germania
ELS NOMS DE CRIST (The Names of Christ) di Albert Serra – Spagna
GLAUSER di Christoph Kühn – Svizzera
GOTTHARD SCHUH. UNA VISIONE SENSUALE DEL MONDO di Villi Hermann – Svizzera
INCONSCIO ITALIANO di Luca Guadagnino – Italia
LET THE BULLETS FLY di JIANG Wen – Cina
MILANO 55% doc collettivo coordinato da Luca Mosso e Bruno Oliviero – Italia
NINIFUNI di Tetsuya Mariko – Giappone
TAHRIR di Stefano Savona – Italia/Francia

Dreileben
ETWAS BESSERES ALS DEN TOD (Beats Being Dead) di Christian Petzold – Germania
KOMM MIR NICHT NACH (Don’t Follow Me Around) di Dominik Graf – Germania
EIN MINUTE DUNKEL (One Minute of Darkness) di Christoph Hochhäusler – Germania

Jeonju Digital Project
UN HÉRITIER (An Heir) di Jean-Marie Straub – Corea del Sud
MEMORIES OF A MORNING di José Luís Guerín – Corea del Sud
ALLER AU DIABLE (To the Devil) di Claire Denis – Corea del Sud

Correspondances Filmées
SIN TITULO (Carta para Serra) di Lisandro Alonso – Argentina/Spagna
EL SENYOR HA FET EN MI MERAVELLES (Lord Worked Wonders in Me) di Albert Serra – Spagna

 

Without, Mark Jackson

 

torna a La selezione 2011

Vero e proprio spazio di scoperta, il Concorso Cineasti del presente propone opere prime e seconde di giovani ed emergenti registi provenienti da tutto il mondo. Quattordici film, documentari o fiction in prima mondiale e internazionale, si contendono l’ambito Pardo d’oro Cineasti del presente – Premio George Foundation.

É NA TERRA NÃO É NA LUA di Gonçalo Tocha – Portogallo
EL ÁRBOL DE LAS FRESAS di Simone Rapisarda Casanova – Canada
EL ESTUDIANTE di Santiago Mitre – Argentina
HANAAN di Ruslan Pak – Corea del Sud
HELLO! SHU XIAN SHENG di Jie Han – Cina
L’ESTATE DI GIACOMO di Alessandro Comodin – Italia
NANA di Valérie Massadian – Francia
PAPIROSEN di Gaston Solnicki – Argentina
SEÑORITA di Vincent Sandoval – Filippine
SOLNETCHNIYE DNI di Nariman Turebayev – Kazakistan
TAI YANG ZONG ZAI ZUO BIAN di Sonthar Gyal – Cina
THE COLOR WHEEL di Alex Ross Perry – Stati Uniti
THE SUBSTANCE – ALBERT HOFMANN’S LSD di Martin Witz – Svizzera
WITHOUT di Mark Jackson – Stati Uniti

 

Vol spécial, Fernand Melgar

torna a La selezione 2011

Dedicata alla scoperta di nuovi talenti, la sezione Pardi di domani presenta cortometraggi e mediometraggi realizzati da giovani autori indipendenti o da studenti di scuole di cinema che ancora non si sono cimentati con il lungometraggio. La sezione si articola in due concorsi distinti: il primo è riservato alle produzioni elvetiche recenti; il secondo, internazionale, presenta opere provenienti da tutto il mondo. Il programma speciale Corti d’autore accoglie i cortometraggi di registi affermati e di personalità già riconosciute dall’industria cinematografica, mentre il programma speciale Corti d’artista apre una finestra sulla produzione più sperimentale e radicale del cinema contemporaneo.

Concorso internazionale

AT THE FORMAL di Andrew Kavanagh – Australia – 2010 – 8 min
BABYLAND di Marc Fratello – Stati Uniti – 2010 – 28 min
BEZ SNIEGU (Without snow) di Magnus von Horn – Polonia – 2011 – 35 min
BORA BORA di Bogdan Mirica – Romania – 2011 – 32 min
BRAINY di Daniel Joseph Borgman – Danimarca/Nuova Zelanda – 2011 – 25 min
CHUPACHUPS di Ji-Suk Kyung – Corea del Sud – 2011 – 16 min
DO YOU HAVE A STORY? di Dario Jurican – Croazia – 2010 – 21 min
DOMINGO VIOLETA di Ana Cristina Barragán – Ecuador – 18 min
IL RESPIRO DELL’ARCO di Enrico Maria Artale – Italia – 10 min
INNOCENTE di Samuel Doux – Francia – 2011 – 22 min
JAMGYR (The song of the rain) di Aygul Bakanova – Kirghizistan/Regno Unito – 2011 – 17 min
JUST A PERFECT DAY di Evris Papanikolas – Grecia – 2011 – 5 min
LA RONDE di Sophie Goyette – Canada – 2011 – 23 min
LES ENFANTS DE LA NUIT di Caroline Deruas – Francia – 2011 – 26 min
LIBERDADE di Gabriel Abrantes e Benjamin Crotty – Portogallo – 2011 – 17 min
LINKS-RECHTS di Tom Willems – Belgio – 2010 – 10 min
MENS SANA IN CORPORE SANO di Juliano Dornelles – Brasile – 2011 – 22 min
NEIGHBOURS di Josh Levinsky – Regno Unito – 2011 – 16 min
OPOWIESCI Z CHLODNI (Frozen stories) di Grzegorz Jaroszuk – Polonia – 2011 – 27 min
PRAÇA WALT DISNEY di Renata Pinheiro e Sergio Oliveira – Brasile – 2011 – 21 min
RAUSCHGIFT di Peter Baranowski – Germania – 2011 – 23 min
RESPECT di Benoit Forgeard – Francia – 2010 – 13 min
RINGO di Yaara Sumeruk – Stati Uniti – 2011 – 14 min
SÉPTIMO di Valentina Chamorro – Svezia – 2011 – 24 min
SRAK (Reality check) di Michal Vinik – Israele – 2011 – 22 min
THE BALCONY AFFAIR di Jamie Cussen – Canada – 2011 – 19 min
VÉGTELEN PERCEK (Infinite minutes) di Cecilia Felméri – Ungheria – 19 min

Concorso nazionale

ALLE WERDEN di Piet Baumgartner – Svizzera – 2011 – 18 min
À QUOI TU JOUES di Jean Guillaume Sonnier – Svizzera – 2011 – 18 min
BLITZEIS di Georg Isenmann – Svizzera – 2011 – 29 min
BOWLING CHEZ DENISE di Kristina Wagenbauer – Canada – 2010 – 11 min
CHASSE À L’ÂNE di Maria Nicollier – Svizzera – 2011 – 15 min
L’AMBASSADEUR ET MOI di Jan Czarlewski – Svizzera – 2011 – 16 min
LE DÉBUT DE LA FIN di Jean-François Vercasson – Svizzera – 2011 – 19 min
LE TOMBEAU DES FILLES di Carmen Jacquier – Svizzera – 2011 – 17 min
SIGNS & VIBRATIONS di Nalia Giovanoli – Svizzera – 2011 – 8 min
STREIFEN di Moira Himmelsbach – Svizzera – 2011 – 8 min
TIRAGES EN SÉRIE di Kevin Haefelin – Svizzera – 2011 – 13 min
 

Programma speciale – Corti d’autore

ALVORADA VERMELHA di João Pedro Rodrigues e João Rui Guerra da Mata – Portogallo – 2011
CAMELIA di Marian Crisan – Romania – 2011 – 15 min
LA RÈGLE DE TROIS di Louis Garrel – Francia – 2011 – 17 min
LE MARIN MASQUÉ di Sophie Letourneur – Francia – 2011 – 35 min
PROJET CORRIDA di René Burri e Marco D’Anna – Svizzera – 2011 – 19 min

Programma speciale – Corti d’artista

BOXING IN THE PHILIPPINES ISLANDS di Raya Martin – Filippine – 2011 – 6 min
SACK BARROW di Ben Rivers – Regno Unito – 2011 – 21 min
THE CLOUD OF UNKNOWING di Tzu Nyen Ho – Singapore – 2010 – 28 min

 

Bad Lieutenant (Il cattivo tenente), Abel Ferrara (1992)

torna a La selezione 2011

Pardo d’onore Swisscom: Abel Ferrara

Il Pardo d’onore Swisscom sarà consegnato al regista statunitense Abel Ferrara.
La consegna del premio avrà luogo venerdì 5 agosto alle 21:30 in Piazza Grande.
Per l’occasione Abel Ferrara presenterà in esclusiva le prime immagini del suo nuovo film ancora in produzione 4:44 Last Day on Earth, con Willem Dafoe e Shanyn Leigh.
L’incontro con il pubblico avrà invece luogo sabato 6 agosto, alle 13:30 allo Spazio Cinema (Forum) e sarà moderato da Jean-Francois Rauger, Direttore della programmazione della Cinémathèque française e critico cinematografico di Le Monde.

In onore di Abel Ferrara verranno proiettati i seguenti film:

BAD LIEUTENANT (Il cattivo tenente) – Stati Uniti – 1992 – 96 min
KING OF NEW YORK – Stati Uniti/Italia/Regno Unito – 1990 – 103 min
MARY – Italia/Francia/Stati Uniti – 2005 – 83 min
THE FUNERAL (Fratelli) – Stati Uniti – 1996 – 99 min


Premio Raimondo Rezzonico per il Miglior Produttore indipendente: Mike Medavoy

Il Premio Raimondo Rezzonico per il Miglior Produttore indipendente sarà consegnato al produttore americano Mike Medavoy, martedì 9 agosto alle 21:30 in Piazza Grande.
Il giorno successivo, mercoledì 10 agosto, alle ore 10:30 presso lo Spazio Cinema (Forum), Jay Weissberg (Variety), modererà una discussione con il produttore.

In onore di Mike Medavoy verranno proiettati i seguenti film:

APOCALYPSE NOW REDUX di Francis Ford Coppola – Stati Uniti – 1979-2001 – 202 min
DANCE WITH WOLVES (Balla coi lupi) di Kevin Costner – Stati Uniti/Regno Unito – 1990 – 181 min
ONE FLEW OVER THE CUKOO’S NEST di Milos Forman – Stati Uniti – 1975 – 133 min
SHUTTER ISLAND di Martin Scorsese – Stati Uniti – 2010 – 138 min
 

Excellence Award Moët & Chandon

L’Excellence Award Moët & Chandon è destinato ad attori che si sono distinti sulla scena internazionale. Tra i premiati delle passate edizioni: Willem Dafoe, Michel Piccoli e Chiara Mastroianni.
L’Excellence Award Moët & Chandon 2011 sarà annunciato prossimamente.

 

torna a La selezione 2011

Programmi speciali propone degli omaggi a grandi cineasti e ad artisti il cui lavoro spazia in diversi ambiti artistici, dall’arte contemporanea al cinema. La sezione presenta inoltre opere dalla filmografia dei membri delle giurie ufficiali, una selezione che permetta al pubblico di sc oprire il talento dei professionisti del cinema in questione. Programmi speciali prevede infine la proiezione della versione restaurata di film rari e importanti della storia del cinema, nonché di opere proposte dalla Cineteca svizzera nell’ambito di Cinema svizzero riscoperto.

ANDREI RUBLEV di Andrey Tarkovskiy – Unione sovietica – 1966 – 165 min
DESPAIR di Rainer Werner Fassbinder – Germania Ovest/Francia – 1978 – 119 min
LO ZIO DI BROOKLYN di Franco Maresco e Daniele Ciprì – Italia – 1995 – 98 min
SCHATTEN DER ENGEL di Daniel Schmid – Svizzera/Germania Ovest – 1975 – 101 min

 

Omaggio a Claudia Cardinale, Pardo alla carriera

8½ di Federico Fellini – Italia/Francia – 1963 – 138 min

 

Omaggio a Bruno Ganz, Pardo alla carriera

DER UNTERGANG di Oliver Hirschbiegel – Germania/Italia/Austria – 2004 – 156 min
DIE MARQUISE VON O. (La marchesa Von…) di Eric Rohmer – Germania Ovest/Francia – 1976 – 102 m.
MESSER IM KOPF (Il coltello in testa) di Reinhard Hauf – Germania Ovest – 1979 – 108 min

 

Omaggio a Claude Goretta, Pardo alla carriera

L’INVITATION (L’invito) di Claude Goretta – Svizzera/Francia – 1973 – 100 min
LA DENTELLIÈRE (La merlettaia) di Claude Goretta – Francia/Svizzera/Germania Ovest – 1977 – 107 m.
LA PROVINCIALE di Claude Goretta – Francia/Svizzera – 1981 – 107 min
BON VENT CLAUDE GORETTA di Lionel Baier – Svizzera – 2011 – 58 min

 

Omaggio a Hitoshi Matsumoto

DAI-NIHONJIN (Big Man Japan) di Hitoshi Matsumoto – Giappone – 2007 – 113 min
SHINBORU (Symbol) di Hitoshi Matsumoto – Giappone – 2009 – 93 min

 

Omaggio a Anri Sala

LONG SORROW di Anri Sala – Italia – 2005 – 13 min
ANSWER ME di Anri Sala – Francia – 2009 – 5 min
LE CLASH di Anri Sala – Francia – 2010 – 9 min
1395 DAYS WITHOUT RED – Gran Bretagna – 2011 – 40 min

Mercoledì 10 agosto, ore 13:30 Spazio Cinema (Forum)
EVER SALA – A DISCUSSION ABOUT ANRI SALA’S ART
con Anri Sala, moderato da Hans-Ulrich Obrist

 

Omaggio a Jean-Marie Straub

L’INCONSOLABLE di Jean-Marie Straub – Francia – 2011 – 15 min
LOTHRINGEN! di Jean-Marie Straub e Danièle Huillet – Francia – 1994 – 21 min
SCHAKALE UND ARABER di Jean-Marie Straub – Svizzera – 2011 – 11 min
UN HÉRITIER (An Heir) di Jean-Marie Straub – Corea del Sud – 2011 – 22 min
DELL’AVVENTURA di Romano Guelfi – Italia – 2010 – 126 min

 

Cinema Svizzero riscoperto
(con la collaborazione della Cineteca svizzera)

DIE VIER IM JEEP di Leopold Lindtberg e Elisabeth Montagu – Svizzera – 1951 – 95 min

 

I film della giuria del Concorso internazionale

Paulo Branco
VAI~E~VEM di João César Monteiro – Portogallo – 2003

Louis Garrel
LES CHANSONS D’AMOUR di Christophe Honoré – Francia – 2007
MES COPAINS – Francia – 2008
PETIT TAILLEUR – Francia – 2010

Sandra Hüller
BROWNIAN MOVEMENT di Nanouk Leopold – Olanda – 2010

Bettina Oberli
TANNÖD (The Murder Farm) – Germania/Svizzera – 2009

Jasmine Trinca
ULTIMATUM di Alain Tasma – Francia/Israele/Italia – 2009

 

I film della giuria del Concorso Cineasti del presente

Christoph Hochhäusler
FALSCHER BEKENNER – Germania/Danimarca – 2005

Michelangelo Frammartino
IL DONO – Italia – 2003

Raya Martin
MAICLING PELICULA NAÑG YSAÑG INDIO NACIONAL – Filippine – 2005

Zhu Rikun
NOISE di Wang Wo – Cina – 2007
UP & DOWN di Wang Wo – Cina

Athina Rachel Tsangari
ATTENBERG – Grecia – 2010

 

I film della giuria dei Pardi di domani

Bakur Bakuradze
SHULTES – Russia – 2008
OKHOTNIK (The Hunter) – Francia/Russia – 2011

Tom Shoval
I WILL DRINK MY TEARS – Israele – 2011
HA-LEV HARAEV (The Hungry Heart) – Israele – 2005
PETACH TIKVA (Shread of Hope) – Israele – 2007

Luc Toutounghi
THE LOST TOWN OF SWITEZ – Canada/Danimarca/Francia/Polonia/Svizzera – 2011

Rebecca Zlotowski
BELLE ÉPINE (Dear Prudence) – Francia – 2010

 

Vincente Minnelli

 

torna a La selezione 2011

Le retrospettive di Locarno hanno spesso tracciato territori nuovi, dalle grandi monografie storiche (incentrate su Yasujiro Ozu, Boris Barnet, Mario Camerini, Sacha Guitry, Frank Tashlin, Allan Dwan, Orson Welles, ecc.) alle programmazioni tematiche (Une autre histoire du cinéma soviétique 1926 – 1968 o L’Asie à Hollywood), dagli ampi tributi a cineasti contemporanei (Youssef Chahine, Abbas Kiarostami, Marco Bellocchio, Aki Kaurismäki, ecc.) alle retrospettive complete di registi che hanno segnato la storia del cinema, come Ernst Lubitsch la scorsa edizione.

CABIN IN THE SKY (Due cuori in cielo) – 1943
I DOOD IT (Il signore in marsina) – 1943
MEET ME IN ST. LOUIS (Incontriamoci a Saint Louis) – 1944
THE CLOCK (L’ora di New York) – 1945
YOLANDA AND THE THIEF (Jolanda e il re della samba) – 1945
ZIEGFELD FOLLIES – 1945
UNDERCURRENT (Tragico segreto) – 1946
THE PIRATE (Il pirata) – 1948
MADAME BOVARY – 1949
FATHER OF THE BRIDE (Il padre della sposa) – 1950
AN AMERICAN IN PARIS (Un americano a Parigi) – 1951
FATHER’S LITTLE DIVIDEND (Papà diventa nonno) – 1951
THE BAD AND THE BEAUTIFUL (Il bruto e la bella) – 1952
THE BAND WAGON (Spettacolo di varietà) – 1953
THE LONG, LONG TRAILER (12 metri d’amore) – 1953
THE STORY OF THREE LOVES (Storia di tre amori) di V.M. e Gottfried Reinhardt – 1953
BRIGADOON – 1954
KISMET (Uno straniero tra gli angeli) – 1955
THE COBWEB (La tela del ragno) – 1955
LUST FOR LIFE (Brama di vivere) di Vincente Minnelli e George Cukor – 1956
TEA AND SYMPATHY (Tè e simpatia) – 1956
DESIGNING WOMAN (La donna del destino) – 1957
GIGI – 1958
SOME CAME RUNNING (Qualcuno verrà) – 1958
THE RELUCTANT DEBUTANTE (Come sposare una figlia) – 1958
BELLS ARE RINGING (Susanna agenzia squillo) – 1960
HOME FROM THE HILL (A casa dopo l’uragano) – 1960
THE 4 HORSEMEN OF THE APOCALYPSE (I 4 cavalieri dell’Apocalisse) – 1962
TWO WEEKS IN ANOTHER TOWN (Due settimane in un’altra città) – 1962
THE COURTSHIP OF EDDIE’S FATHER (Una fidanzata per papà) – 1963
GOODBYE CHARLIE (Ciao, Charlie) – 1964
THE SANDPIPER (Castelli di sabbia) – 1965
ON A CLEAR DAY YOU CAN SEE FOREVER (L’amica delle cinque e mezza) – 1970
A MATTER OF TIME (Nina) – 1976

In occasione delle Retrospettiva l’attrice francese Leslie Caron (Un americano a Parigi, 1951; Gigi, 1958) sarà a Locarno per presentare la sua autobiografia e terrà una presentazione del libro moderata da Serge Toubiana, direttore della Cinémathèque française.
Il Festival del film Locarno ha chiesto a diversi registi e critici cinematografici di presentare un film di Minnelli che li avesse particolarmente influenzati. Oltre al curatore della retrospettiva, Emmanuel Burdeau, le presentazioni vedranno la partecipazione di Lionel Baier, Freddy Buache, Jean Douchet, Sergio Germani, Enrico Ghezzi, Luca Guadagnino, Joe McElhaney, Emmanuel Mouret, Jacques Rancière e Pierre Rissient.
Inoltre, giovedì 11 agosto, alle 10:00 allo Spazio Cinema (Forum), il pubblico avrà la possibilità di assistere a una tavola rotonda dedicata a Vincente Minnelli con Emmanuel Burdeau, Jean Douchet, Joe McElhaney e Jacques Rancière. L’incontro sarà moderato da Carlo Chatrian.
In occasione della retrospettiva sarà pubblicato un volume firmato da Emmanuel Burdeau, già caporedattore dei Cahiers du cinéma, edito da Capricci in collaborazione con il Festival del film Locarno.
La Retrospettiva Vincente Minnelli è organizzata in collaborazione con la Cineteca svizzera.

 

torna a La selezione 2011

Con il sostegno della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del Dipartimento federale degli affari esteri, la sezione Open Doors mira a mettere in luce registi e film di paesi del Sud e dell’Est del mondo il cui cinema indipendente è fragile, e a permettere loro di trovare partner di coproduzione per nuovi progetti.
L’iniziativa, che ogni anno coinvolge una regione diversa, si svolge in due differenti modalità. Il Festival seleziona ogni anno una dozzina di nuovi progetti della regione scelta, che verranno presentati nel quadro del laboratorio di coproduzione; Open Doors ha quindi il compito di mettere in contatto i professionisti della regione prescelta con potenziali partner, eminentemente europei, al fine di favorire il sostegno necessario alla realizzazione dei progetti. Open Doors Screenings presenta invece una selezione di opere rappresentative della cinematografia nazionale dei paesi coinvolti. Quest’anno, Open Doors è dedicato all’India.

Open Doors Screenings: Indian Classics

AAG di Raj Kapoor – India – 1948 – 138 min
HALODIA CHORAYE BAODHAN (The Yellow Birds) di Khai Jahnu Barua – India – 1987 – 120 min
KANASEMBO KUDUREYANERI (Riding the Stallion of a Dream) di Girish Kasaravalli – India – 2010
MANTHAN (The Churning) di Shyam Benegal – India – 1976 – 134 min
MEGHE DHAKA TARA (The Cloud-Clapped Star) di Ritwik Ghatak – India – 1960 – 126 min
MR. AND MRS. IYER di Aparna Sen – India – 2002 – 123 min
NEECHA NAGAR (Lowly City) di Chetan Anand – India – 1946 – 122 min
NIZHALKKUTHU (Shadow Kill) di Adoor Gopalakrishnan – India/Francia/Paesi Bassi/Svizzera – 2002
PRAPANCHA PASH (A Throw of Dice) di Franz Osten – India/Regno Unito/Germania – 1929 – 74 min
PYAASA (Pyaasa – Sete eterna) di Guru Dutt – India – 1957 – 146 min
UDAAN di Vikramaditya Motwane – India – 2010 – 134 min
VALU (The Wild Bull) di Umesh Kulkarni – India – 2008 – 123 min
VANAJA di Rajnesh Domalpalli – India/Stati Uniti – 2006 – 111 min

 

Retrospettiva Satyajit Ray – copie restaurate, Academy Film Archive

CHARULATA (The Lonely Wife) – India –1964 – 117 min
JOY BABA FELUNATH (The Elephant God) – India – 1979 – 112 min
KAPURUSH (The Coward) – India – 1965 – 74 min
MAHANAGAR (The Big City) – India – 1964 – 131 min
MAHAPURUSH (The Saint) – India – 1965 – 65 min
NAYAK (The Hero) – India – 1966 – 120 min

 

Open Doors: il laboratorio di co-produzione

Il laboratorio, che avrà luogo dal 6 al 9 agosto 2011, si propone di aiutare i registi e i produttori dei progetti selezionati – quest’anno sono 12 i progetti invitati provenienti dall’India – a trovare partner di coproduzione per completare la realizzazione del loro film.
A conclusione dei quattro giorni di laboratorio, una giuria assegnerà un premio del valore di 50.000 CHF (circa 39.000 euro), finanziato dall’iniziativa Open Doors, alla quale, per il primo anno, partecipa anche il Municipio di Bellinzona. Rinnovando la sua collaborazione con Open Doors, il CNC (Centre national du cinéma et de l’image animée, Francia) offrirà un ulteriore premio di 7.000 euro come sostegno allo sviluppo di un progetto. L’edizione 2011 vedrà rinnovata inoltre l’assegnazione dell’International Relations ARTE Prize del valore di 6.000 euro.

Progetti selezionati:
AHARBAL FALLS di Ajay Raina – India
AJEEB AASHIQ di Natasha Mendonca – India
ARUNODAY di Partho Sen-Gupta – India
BURQA BOXERS di Alka Raghuram – India
CHAR, THE ISLAND WITHIN di Sourav Sarangi – India
JAT PANCHAYAT di Satish Manwar – India
LASYA / THE GENTLE DANCE di Anup Singh – India/Germania
SAMAADHI di Sidharth Srinivasan – India/Regno Unito
SEBASTIAN WANTS TO REMEMBER di Vasant Nath – India
THE TRAPPER’S SNARE di Shanker Raman – India
THREAD / LE FIL di Lilium Leonard – India
VIDHVASTHA / DEVASTATED di Ashish Avikunthak – India

 

Cinéfondation

Open Doors inviterà anche quest’anno i sei registi che hanno partecipato alla Résidence della Cinéfondation del Festival di Cannes per consentire loro di presentare il proprio progetto cinematografico ai produttori e ai compratori internazionali presenti a Locarno.

ARUNKARN di Sivaroj Kongsakul – Thailandia
BASTARD di David Nawrath – Germania
ENTOMOLOGY di Julia Kozyreva – Russia
LADY’S MANTLE di Bohdana Smyrnova – Ucraina/Stati Uniti
S. K. di Laszlo Nemes – Francia/Ungheria
TAM RASISALAI di Pramote Sangsorn – Thailandia

 

Tavola rotonda: “Lessons from Bollywood”

Sabato 6 agosto alle ore 10:30 allo Spazio Cinema (Forum), avrà luogo una tavola rotonda sulla produzione cinematografica in India, che offrirà uno scambio tra la corrente più commerciale conosciuta come Bollywood e il cinema indipendente Indiano.
Interverranno alla tavola rotonda i seguenti membri dei più importanti organi cinematografici indiani:

– Kabir Bedi, attore (India)
– Adoor Gopalakrishnan, cineasta indipendente (India)
– Bhuvan Lall, Direttore e fondatore di Lall Entertainment (India)
– Anu Rangachar, programmatrice Mumbai Film Festival (India)
– Gargi Sen, Fondazione Magic Lantern (India)
– Un membro di Film Federation (India)

 

Tavola rotonda: “European Cinema Funds: from Project to Film” e premiazione

Martedì 9 agosto alle ore 10.30 avrà luogo, allo Spazio Cinema (Forum), una tavola rotonda aperta al pubblico dal titolo “European Cinema Funds: from Project to Film”, moderata da Martin Blaney (Screen International). Dopo il dibattito si svolgerà la cerimonia di consegna dei premi Open Doors.

 

Mostra a Bellinzona:
"Porte Aperte sul Cinema del Mondo / Open Doors on World’s Cinema"

Quest’anno Open Doors offrirà una mostra per celebrare i progetti presentati dal 2003. La mostra, organizzata in collaborazione con la città di Bellinzona, si concentrerà in particolare sui progetti realizzati e diventati film di successo dopo aver partecipato ad Open Doors. La mostra si terrà al Palazzo Civico, Municipio di Bellinzona dal 27 luglio al 15 agosto 2011.

 

Proiezione-dibattito «L’altro lato del mondo» per i 50 anni della DSC

Nell’ambito dei suoi cinquant’anni, la DSC e Humen presentano «L’Autre côté du monde» (L’altro lato del mondo). Documentario interattivo unico nel suo genere, un caleidoscopio di testimonianze che raccontano la quotidianità e i retroscena di mezzo secolo di impegno della Svizzero nella lotta contro la povertà e per la realizzazione di migliori prospettive future nel mondo. La proiezione sarà seguita da una discussione con il pubblico. Domenica 7 agosto, Palavideo, dalle ore 16.30 alle ore 18.00. www.dsc.admin.ch/50anni

 

* * *

 

64°
Festival del film
Locarno
3-13 | 8 | 2011
www.pardo.ch

La selezione 2011

+ Piazza Grande
+ Concorso internazionale
+ Fuori concorso
+ Concorso Cineasti del presente
+ Pardi di domani
+ Premi speciali
+ Programmi speciali
+ Retrospettiva Vincente Minnelli
+ Open Doors

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+