Lynne Ramsay | Swimmer

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

swimmer_cover

«In realtà l’ho scelta un po’ perché non avevo molti soldi e poi perché ero rimasto sbalordito dal suo lavoro fatto su Swimmer, un corto di Lynne Ramsay. Inoltre, il fatto che sia una donna mi ha fatto subito propendere per lei. È stato il mio istinto.» Sono queste le parole usate da Nicholas Winding Refn, in un’intervista a Nocturno, per spiegarci il perché abbia scelto Natasha Braier come direttrice della fotografia di The Neon Demon. Limitandosi a quanto detto del regista danese si potrebbe pensare di trovarsi al cospetto di un’esordiente o giù di lì. La realtà è invece ben altra: Natasha Braier è una interessantissima professionista attiva da circa vent’anni, in possesso di un curriculum decisamente rimarchevole. Sua è la fotografia di opere particolarmente riuscite quali: My Life Without Me di Isabel Coixet (2003), Glue di Alexis Dos Santos (2006), XXY di Lucia Puenzo (2007), Dans la ville de Sylvia di José Luis Guerin (2007), Somers Town di Shane Meadows (2008), La teta asustada di Claudia Llosa (2009), Casse-tête chinois di Cédric Klapisch (2013). Tutt’altro che una scommessa dunque, quella di Refn.

Straordinario è il bianco e nero di Swimmer, bel cortometraggio diretto da Lynne Ramsay – nota ai più per tre interessanti lunghi: Ratcatcher (1999), Morven Callar (2002) e We Need to Talk About Kevin (2011). Opera breve decisamente curata in ogni suo aspetto, dalle immagini al sonoro e con un montaggio davvero convincente, che trasporta lo spettatore in una dimensione onirica, sospesa tra epoche differenti. Swimmer è allucinazione e metafora di un qualcosa di sfuggente e con tutta probabilità è proprio questa sua dimensione esoterica ad aver affascinato il demone danese. [AG]

 

 

SWIMMER
Regia: Lynne Ramsay • Fotografia: Natasha Braier • Montaggio: Adam Biskupski • Casting: Des Hamilton • Production Design: Jane Morton, Kiera Tudway • Art Direction: Kristine Maj De Neergaard • Costumi: Sarah Blenkinsop • Trucco: Gabrielle Hamilton • Supervisione postproduzione: Mike Morrison • Production Manager: Emma Richards, Luke Thornton • Head of Production: Barry Ryan • Sound Designer: Paul Davies • Sound Mixer: Simon Farmer • Effetti speciali: Dominic Blake, Zac Matheou • Digital Colourist: Jean-Clement Soret • Location Manager: Rod Haak, Emma Yeomans • Location Scout: Al Mackay • Music Clearances: Lucy Bright • Music Supervisor: Rory Stewart Kinnear • Produttori: Peter Carlton, Diarmid Scrimshaw • Produttori esecutivi: Leonie Bell, Katherine Butler, Rory Stewart Kinnear, Christine Langan, Ruth Mackenzie, Joe Oppenheimer, Lynne Ramsay • Line producer: Martin Box, Sarada McDermott, Trevor Evans • Interpreti: Tom Litten (The Swimmer), Niall Burton, Curtis Coker, Joshua Coleman, Tony Heirs, Samuel Harry Hockday, Adam Holden, Kit Johnson, Charlie Likeman, Caleb Powel Lindon-Emms, Gabriel Ronnie Lindon-Emms, Joshua John Lindon-Emms, Carolina Main, Jasper Martin, Sophie McKeeman, Oscar McVeigh, Gemma Norris, Seth Perkin, Henry Rodwell-Lynn, Tafadzwa Tandi, Tom Tatam, Chloe Turner • Produzione: Warp Films, BBC Films (funding), Film4 (funding), Halo Post Production (sound re-recording) • Colore: bianco e nero • Rapporto: 1.85 : 1 • Camera: Arriflex 35-III – Cooke S4 and Zeiss Super Speed Lenses, Arriflex 435 – Cooke S4 Zeiss Super Speed and Angenieux Optimo Lenses • Laboratorio: The Moving Picture Company (MPC) – Londra • Negativo: 35 mm (Kodak Vision3 200T 5213, Vision3 500T 5219) • Processo fotografico: Digital Intermediate 2K (master), Super 35 3-perf (source) • Formato di proiezione: D-Cinema • Lingua: inglese • Paese: UK • Anno: 2012 • Durata: 16′

sito ufficiale

 

swimmer_04

swimmer_05

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+