Corto Dorico XV edizione. Ancona, 1-8 dicembre 2018

IL CINEMA È MAGIA: LA XV EDIZIONE DI CORTO DORICO CON ROVERE, TRINCA, COCCO E CIARRAPICO

7 CORTI FINALISTI + 1, 5 + 2 SALTI IN LUNGO E 1 CORTO RITROVATO DI STEFANO BENNI

DAL 1° ALL’8 DICEMBRE OMAGGIO A MÉLIÈS E WELLES, AL REALISMO MAGICO ITALIANO, LIVE PERFORMANCE, PROIEZIONI, MASTERCLASS, CINECOCKTAIL, CINEBIMBI E SILENT MOVIES, NEL CINEVILLAGGIO DELLA MOLE VANVITELLIANA DI ANCONA

cortodorico.it

Per Corto Dorico la Mole Vanvitelliana di Ancona si trasformerà in un Cinevillaggio, come per Magia. Dall’1 all’8 dicembre un’intera città, dal Comune all’Università, si unirà per mettere in scena un grande rito con cui celebrare il cinema d’autore e di impegno civile, con il sostegno del MIBAC Ministero dei Beni Artistici e Culturali, della Regione Marche e di altre decine di partner, pubblici e privati. A condurre il rito, organizzato dall’impresa creativa Nie Wiem, sarà uno dei più grandi cineasti italiani, Daniele Ciprì, di nuovo alla direzione artistica con lo sceneggiatore e produttore Luca Caprara.

Al centro della scena ci sarà sempre il cinema breve, dalle origini dell’illusionista Georges Méliès ai nuovi “maghi” dei giorni nostri. Il regista, sceneggiatore e produttore Matteo Rovere (Smetto quando voglio, Veloce come il vento), l’attrice Jasmine Trinca (premiata a Cannes per Fortunata) e il direttore della fotografia Matteo Cocco (Sulla mia pelle), si ritroveranno ad Ancona, come druidi del grande schermo, per incoronare, sabato 8 dicembre, il migliore fra i 271 cortometraggi inviati al concorso da tutto il mondo. Quest’anno per la finalissima sono stati selezionati, da un Comitato artistico di dodici cinefili e professionisti del territorio: La bète di Filippo Meneghetti (anteprima nazionale); The view from up here di Marco Calvani; Inanimate di Lucia Bulgheroni; New neighbours di Andrea Mannino, Sara Burgio, Giacomo Rinaldi; Futuro prossimo di Salvatore Mereu; Parru pi tia di Giuseppe Carleo; Frontiera di Alessandro Di Gregorio + il cortometraggio vincitore di Corto Slam, la semifinale che aprirà il festival, sabato 1 dicembre.

Oltre al premio della Giuria, saranno assegnati altri importanti riconoscimenti, soprattutto al cinema di impegno sociale, da Nie Wiem e da una rete di partner, tra cui Coop Alleanza 3.0 – Libera Terra, Cooss Marche, CGS Dorico e gli amici di Nazareno Re. Fra i corti internazionali inviati al festival, un posto speciale è riservato al premio A Corto di Diritti – Amnesty International (mercoledì 5). Per la sezione fuori concorso All you need is short (venerdì 7), il pubblico potrà assegnare il premio IIK al preferito fra i migliori corti del mondo, selezionati e premiati a Venezia, Cannes e Locarno, scelti da Enrico Vannucci, tra i maggiori esperti europei di Cinema Corto, in collaborazione con Torino Short Film Market.

Al concorso per cortometraggi si aggiunge, per la seconda volta, il premio Salto in lungo Ucca Giovani, per opere prime e seconde, con premio distributivo. In concorso, selezionati da Ilaria Feole, Alessio Galbiati e Dario Bonazelli: Favola di Sebastiano Mauri, (lunedì), Manuel di Dario Albertini (martedì 4), Un giorno all’improvviso di Ciro D’Emilio (mercoledì 5), La terra dell’abbastanza di Damiano D’Innocenzo e Fabio D’Innocenzo (giovedì 6) e Beautiful things di Giorgio Ferrero (giovedì 6). Fuori concorso: Ovunque proteggimi di Bonifacio Angius (domenica 2) e Sulla mia pelle di Alessio Cremonini (sabato 8). Gli autori dei film selezionati saranno presenti in sala. A premiare film brevi e lunghi saranno infine due Giurie Giovani, formate da 90 studenti delle scuole superiori di Ancona, in alternanza scuola-lavoro.

Tema speciale di quest’anno è la Magia, raccontato al cinema grazie alle mini rassegne su Georges Méliès, su Orson Welles e sul Realismo magico italiano, con le proiezioni in pellicola di Miracolo a Milano (Cinema Azzurro, sabato 1) e Io la conoscevano bene (CInema Azzurro, domenica 2). Chicca dell’edizione 2018 è il ritrovamento dell’unico cortometraggio realizzato dallo scrittore Stefano Benni, a cui sarà dedicata la Live Performance di Daniel Agami su Baol Blues. Particolare attenzione sarà riservata alla formazione giovanile, con il Convegno “Il cinema nelle Marche. Ipotesi di futuro”, in collaborazione con Fondazione Marche Cultura e Marche Film Commission, con il sostegno di Università Politecnica delle Marche. Corto Dorico porta il cinema anche nelle carceri, grazie alla collaborazione dell’Ombudsman Garante dei Diritti delle Marche, con una serie di incontri nelle case di reclusione di Villa Fastiggi a Pesaro, Barcaglione e Montacuto di Ancona, e la proiezione dei corti finalisti, a cui i ristretti assegneranno il premio Oltre le mura.

Giunto alla sua XV edizione, Corto Dorico è dedicato quest’anno alla Magia. E omaggi ai “maghi del cinema” Georges Méliès e Orson Welles saranno offerti dallo scenografo Federico Maugeri (installazione La camera degli specchi, sabato 1-8), compositore Mario Mariani (sonorizzazione dei film di Méliès, domenica 2) e dallo scrittore Vincenzo Latronico (La nuova Guerra dei Mondi, venerdì 7). Le loro performance avverranno all’interno di un locale pop-up, il Casablanca Café, ideato con Raval Family. Dopo il FARgO, il locale che la scorsa estate ha ospitato artisti da tutta Italia, Nie Wiem torna a coinvolgere la Raval Family per il Casablanca Café, dedicato a Corto Dorico. Cinecocktail e silent movies, concerti e cinefood: buon cibo e buona musica con i più grandi cocktail e menù del cinema ad accompagnare proiezioni in collaborazione con la Cineteca di Bologna, installazioni, concerti ed eventi speciali. Come in ogni villaggio che si rispetti non potrà mancare un Cinemarket, allestito da Nerto, venerdì 7 e sabato 8 dicembre, con banchetti destinati a collezionisti di materiale cinefilo, accumulatori di vinili, artigiani, editori indipendenti, mercanti di vintage e modernariato (info e prenotazioni degli espositori: hipnic_market@gmail.com / 320 0796794).

In programma durante la settimana del Festival anche due masterclass con i professionisti del settore dedicate ad aspiranti d.o.p. e sceneggiatori : il Workshop di sceneggiatura con Giacomo Ciarrapico (Boris) domenica 2 dicembre e la Masterclass di direzione della fotografia con Matteo Cocco (Sulla mia pelle) sabato 8 dicembre, in collaborazione Poliarte Accademia di Belle Arti. Ingresso limitato, su prenotazione: masterclass@cortodorico.it.

Il festival si concluderà con il Cineparty, a cura di Arci Ancona, al Circolo Sef Stamura.

Per il programma completo, biglietti e informazioni: cortodorico.it.

 



L'articolo che hai appena letto gratuitamente a noi è costato tempo e denaro. SOSTIENI RAPPORTO CONFIDENZIALE e diventa parte del progetto!





Condividi i tuoi pensieri

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.