Lucio Fulci

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Lucio Fulci01

Nato a Roma nel 1927 e morto nella stessa città nel 1996, Lucio Fulci è una delle figure meno classificabili del cinema italiano. Dotato di una lingua tagliente, che certo non gli avrà portato grandi amicizie nel suo ambiente, e di un sottile umorismo nero, inizia la sua avventura nel cinema – dopo l’abbandono degli studi di medicina e gli studi al Centro sperimentale di cinematografia – come sceneggiatore e assistente alla regia.
Nel 1959 debutta nella regia con il film I ladri, con Totò e Giovanna Ralli, prima commedia di una carriera che ha attraversato ogni genere del cinema, dal western al «musicarello» (facendo debuttare sul grande schermo Adriano Celentano con I ragazzi del Juke-Box nel 1959), dal giallo all’horror più truculento.

I ragazzi del juke-box01

Dopo un lungo sodalizio con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, iniziato nel 1962 con I due della legione straniera e proseguito per diversi titoli, firma anche un western scritto da Fernando Di Leo: (Le Colt cantarono e fu…) Tempo di massacro (1966).
Risale al 1969 il suo primo giallo, Una sull’altra, il cui successo gli garantisce la possibilità di realizzare Beatrice Cenci (1969), un film cui tiene molto e che narra la vera storia di una donna che nel XVII secolo mette in atto un piano per uccidere il padre che abusa di lei.
Il film, e soprattutto il suo discorso sulla chiesa cattolica, mettono a repentaglio la carriera di Fulci, che riprenderà quota solo nel 1971 con il giallo Una lucertola con la pelle di donna, seguito l’anno dopo dalla commedia Nonostante le apparenze…e purché la nazione non lo sappia…all’onorevole piacciono le donne in cui un uomo politico non riesce a sottrarsi ai frequenti raptus che lo portano ad attaccarsi a qualsiasi gonna si avvicini, tanto da costringere i suoi famigliari ad affidarlo alle cure di un prete psicanalista.
Giacinto De Puppis, questo è il nome del personaggio, si presenta come appartenente «al gruppo di sinistra di una corrente di destra del partito di centro». Ovvio che la Democrazia Cristiana dell’epoca (per non dire l’allora Presidente del Consiglio Emilio Colombo che, malgrado il regista neghi la somiglianza, si rivede nel personaggio), sentendosi messa alla berlina, lo metta all’indice rendendo difficile l’attribuzione del visto di censura.
Il successivo, Non si sevizia un paperino, indiscutibilmente uno tra i suoi capolavori, non gli porta certo le simpatie della chiesa con la sua storia che mette in scena un’Italia che pare ferma a trent’anni prima e soprattutto un prete di rara ambiguità.

Non si sevizia01

Seguiranno quindi due film d’avventura, girati su commissione, Zanna Bianca (1973) e Il ritorno di Zanna Bianca (1974).
Nel 1975 gira un altro western, I quattro dell’apocalisse, seguito dalle commedie Cav. Costante Nicosia, demoniaco: ovvero, Dracula in Brianza (1975) e il particolarmente spinto (per l’epoca) La pretora (1976), con Edwige Fenech protagonista nel doppio ruolo di una integerrima pretora e della sua libertina sorella.

La pretora03

Del 1977 è il film che Fulci considerava tra i suoi preferiti: 7 note in nero. Fortemente ispirato a Il gatto nero di Edgar Allan Poe, il film narra di una donna che sin da bambina, dopo avere assistito al suicidio della madre, ha visioni premonitrici. Quando inizia a «vedere» un omicidio, non capisce che la persona che sta per morire è proprio lei. Il finale è lo stesso del racconto di Allan Poe: murata viva, nel racconto una donna verrà salvata grazie al miagolio di un gatto murato per errore insieme a lei, mentre nel film sarà il carillon di un orologio a farla scoprire dalla polizia presente nella stanza.
Fulci porterà ancora il racconto sullo schermo nel 1981, con il film Black Cat.
Dopo un’ultima incursione nel western, nel 1978 con Sella d’argento, il regista firma il suo film a tutt’oggi forse più famoso nel mondo intero: Zombi 2, così titolato per sfruttare il successo di Dawn of the Dead di George A. Romero, cui il coproduttore Dario Argento aveva proprio dato il titolo Zombi per l’Italia.

Zombi 201

Quando Argento lo accusò di plagio, Fulci ribattè che il titolo Zombie è presente nel cinema sin dagli anni ‘40 (un titolo per tutti: I Walked With a Zombie, 1943, di Jacques Tourner).
Effettivamente, con l’originale il film ha poco a che vedere e anche la forma espressiva ne è molto distante. Grazie al suo stile visivo personale, alla violenza grafica inaudita ed efficace, Zombi 2 apre a Fulci le porte del genere horror, fino ad allora solo lambito, in cui eccellerà grazie a pellicole come Paura nella città dei morti viventi (1980), …e tu vivrai nel terrore! L’aldilà (1981, noto anche come L’aldilà) e Quella villa accanto al cimitero, pellicole che lo rendono famoso in tutto il mondo.
Seguono due pellicole gialle più classiche, cui però non mancano i momenti di violenza grafica che lo contraddistingono: l’interessante e violentissimo Lo squartatore di New York (di cui in Italia circola in DVD una versione tagliata) e il più convenzionale Manhattan Baby, entrambi del 1982.

Lo squartatore01

Negli anni ‘80, a causa dei suoi problemi di salute e alla difficoltà nel trovare produttori che gli finanziassero i film, Fulci gira alcune pellicole di rapido consumo come I guerrieri dell’anno 2072 (1984), Murderock – Uccide a passo di danza (1984), che innesta una storia gialla in un film che ha come intento quello di porsi nella scia del successo di Flashdance di Adrian Lyne (campione di incassi dell’anno precedente), l’erotico Il miele del diavolo (1986), il povero Aenigma (1987) fino ad arrivare al distrastroso Zombi 3 del 1988.
Ben lontano dal progetto di uno Zombi 3D, per anni covato ma sempre accantonato per una questione di costi, accetta di dirigere il film, scritto da Claudio Fragasso, unicamente per ragioni «alimentari». Non gli riesce però di portarne a termine la lavorazione a causa delle ormai precarie condizioni di salute. La pellicola viene terminata da Fragasso e Bruno Mattei e risulta un pasticcio improbabile e brutto in cui spiccano per stile e perizia solo le scene girate da Fulci.
Alcuni film girati per la televisione privata, per una serie che avrebbe dovuto intitolarsi Lucio Fulci presenta… e mai trasmessa all’epoca, nonché alcuni titoli non degni della sua fama a causa anche della mancanza di denaro, concludono la carriera del regista.
Lucio Fulci muore a causa del diabete che da anni lo tormenta nel marzo del 1996, mentre sta lavorando a un rientro in grande stile con il rifacimento del classico di Mario Bava La maschera di cera, prodotto da Dario Argento (film che poi girerà l’addetto agli effetti speciali Sergio Stivaletti).

In ogni momento della sua carriera, anche nei momenti meno felici della lotta alla realizzazione di progetti con finanziamenti irrisori, Lucio Fulci è sempre riuscito a imprimere a ogni suo lavoro un’impronta personalissima (tanto che non è affatto difficile distinguere, in Zombi 3, le scene girate da lui e quelle girate da Mattei e Fragasso) che lo porta ad essere considerato un vero e proprio autore anziché un mestierante come tanti, anche degnissimi, suoi colleghi dell’epoca d’oro del cinema di genere italiano.

Roberto Rippa

Curiosità su Lucio Fulci

Lucio Fulci è co-sceneggiatore di Un giorno in pretura (1954), film in cui appare sullo schermo per la prima volta il personaggio di Nando Moriconi, che Alberto Sordi riproporrà lo stesso anno in Un Americano a Roma diretto come il precedente da Steno (nella vita Stefano Vanzina) e sceneggiato anch’esso da Fulci.

Sul set de I ragazzi del juke box, Adriano Celentano avrebbe dovuto cantare una canzone dal titolo Capri, amore e cha cha cha che però non convinse Fulci il quale, li per lì, si inventò con il co-sceneggiatore Piero Vivarelli la canzone Il tuo bacio è come un rock, che divenne uno tra i maggiori successi del cantante.

All’esame di ammissione al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, Fulci ebbe come presidente della commissione d’esame Luchino Visconti (i membri erano, tanto per
dare un’idea, Michelangelo Antonioni, Pietro Germi e Antonio Pietrangeli).
Quando Visconti, durante l’esame, gli disse: «Lei che mi sembra preparato, ha visto Ossessione?». Fulci rispose elencandogli tutte le inquadrature che, secondo lui, Visconti aveva copiato da Renoir. La risposta di Visconti fu: «Bravo, lei è un candidato che ha coraggio» e Fulci fu ammesso.

Filmografia di Lucio Fulci

Le porte del silenzio (1991)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci
Musica: Franco Piana
Interpreti principali: John Savage, Sandi Schultz, Richard Castleman, Jennifer Loeb

Voci dal profondo (1991)
Soggetto: Lucio Fulci, Daniele Stroppa
Sceneggiatura: Lucio Fulci, Piero Regnoli
Musica: Stelvio Cipriani
Interpreti principali: Duilio Del Prete, Karina Huff, Pascal Persiano, Lorenzo Flaherty

Demonia (1990)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci, Piero Regnoli
Musica: Giovanni Cristiani
Interpreti principali: Brett Halsey, Meg Register, Lino Salemme

Un gatto nel cervello (1990)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci, Giovanni Simonelli
Musica: Fabio Frizzi
Interpreti principali: Lucio Fulci, David Thompson, Malisa Longo

La Casa del tempo (1989, TV)
Soggetto: Lucio Fulci
Sceneggiatura: Gianfranco Clerici, Daniele Stroppa
Musica: Vince Tempera
Interpreti principali: Keith Van Hoven, Karina Huff, Paolo Paoloni, Al Cliver [Pierluigi Conti]

La dolce casa degli orrori (1989, TV)
Soggetto: Lucio Fulci
Sceneggiatura: Gianfranco Clerici, Daniele Stroppa
Musica: Vince Tempera
Interpreti principali: Jean-Christophe Bretigniere, Cinzia Monreale, Lino Salemme, Franco Diogene

Sodoma’s Ghost (1988, TV)
Soggetto: Lucio Fulci
Sceneggiatura: Lucio Fulci, Carlo Alberto Alfieri
Musica: Carlo Maria Cordio
Interpreti principali: Claus Aliott [Claudio Aliotti], Mary Salier [Maria Concetta Salieri], Robert Egon, Jessica Moore [Luciana Ottaviani]

Quando Alice ruppe lo specchio (1988, TV)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci
Musica: Carlo Maria Cordio
Interpreti principali: Brett Halsey, Ria De Simone, Pierluigi Conti

Zombi 3 (1988) (completato da Claudio Fragasso e Bruno Mattei)
Soggetto e sceneggiatura: Claudio Fragasso
Musica: Stefano Mainetti
Interpreti principali: Deran Sarafian, Beatrice Ring, Richard Raymond

Aenigma (1987)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci, Giorgio Mariuzzo
Musica: Carlo Maria Cordio
Interpreti principali: Jared Martin, Lara Naszinski, Ulli Reinthaler

Il miele del diavolo (1986)
Soggetto e sceneggiatura: Ludovica Marineo, Vincenzo Salviani, Jésus Balcazar, Lucio Fulci
Musica: Claudio Natili
Interpreti principali: Brett Halsey, Corinne Cléry [Corinne Piccolo], Blanca Marsillach, Stefano Madia

Murderock – Uccide a passo di danza (1984)
Soggetto: Gianfranco Clerici, Vincenzo Mannino, Lucio Fulci
Sceneggiatura: Gianfranco Clerici, Vincenzo Mannino, Roberto Gianviti, Lucio Fulci
Musica: Keith Emerson
Interpreti principali: Olga Karlatos, Ray Lovelock, Claudio Cassinelli, Cosimo Cinieri

I guerrieri dell’anno 2072 (1984)
Soggetto: Elisa Briganti, Dardano Sacchetti
Sceneggiatura: Elisa Briganti, Dardano Sacchetti, Cesare Frugoni, Lucio Fulci
Interpreti principali: Jared Martin, Fred Williamson, Howard Ross [Renato Rossini], Eleonora Brigliadori, Claudio Cassinelli

Conquest (1983)
Soggetto: Giovanni Di Clemente, Gino Capone
Sceneggiatura: Gino Capone, Josè Antonio de la Loma, Carlos Vassallo
Musica: Claudio Simonetti
Interpreti principali: Jorge Rivero, Andrea Occhipinti, Conrado San Martin, Gioia Maria Scola, Sabrina Sellers [Sabrina Siani]

Manhattan Baby (1982)
Soggetto e sceneggiatura: Elisa Briganti, Dardano Sacchetti
Musica: Fabio Frizzi
Interpreti principali: Christopher Connelly, Martha Taylor [Laura Lenzi], Brigitta Boccoli, Giovanni Frezza, Cinzia De Ponti

Lo squartatore di New York (1982)
Soggetto: Gianfranco Clerici, Vincenzo Mannino, Lucio Fulci
Sceneggiatura: Gianfranco Clerici, Vincenzo Mannino, Lucio Fulci, Dardano Sacchetti
Musica: Francesco De Masi
Interpreti principali: jack Hadley, Almanta Keller [Almanta Suska], Howard Ross [Renato Rossini], Andrew Painter [Andrea Occhipinti], Alexandra Delli Colli, Paolo Malco, Cinzia De Ponti, Daniela Doria, Zora Kerowa

Quella villa accanto al cimitero (1981)
Soggetto: Elisa Briganti, Dardano Sacchetti
Sceneggiatura: Dardano Sacchetti, Giorgio Mariuzzo, Lucio Fulci
Musica: Walter Rizzati
Interpreti principali: Katherine Mac Coll [Catriona Mac Coll], Paolo Malco, Ania Pieroni, Giovanni Frezza, Silvia Collatina, Dagmar Lassander

…e tu vivrai nel terrore! L’aldilà (1981)
Soggetto: Dardano Sacchetti
Sceneggiatura: Dardano Sacchetti, Giorgio Mariuzzo, Lucio Fulci
Musica: Fabio Frizzi
Interpreti principali: Katherine Mac Coll [Catriona Mac Coll], David Warbeck, Sarah Keller [Cinzia Monreale], Veronica Lazar, Antoine Saint John, Michele Mirabella

Black Cat (1981)
Soggetto: Biagio Proietti (liberamente tratto da Il gatto nero di Edgar Allan Poe)
Sceneggiatura: Biagio Proietti, Lucio Fulci
Musica: Pino Donaggio
Interpreti principali: Patrick Magee, Mimsy Farmer, David Warbeck, Al Cliver [Pierluigi Conti], Dagmar Lassander

Paura nella città dei morti viventi (1980)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci, Dardano Sacchetti
Musica: Fabio Frizzi
Interpreti principali: Christopher George, Katherine Mac Coll [Catriona Mac Coll], Carlo De Mejo, Antonella Interlenghi, Giovanni Lombardo Radice, Daniela Doria, Janet Agren

Luca il contrabbandiere (1980)
Soggetto: Gianni De Chiara, Ettore Sanzò
Sceneggiatura: Gianni De Chiara, Ettore Sanzò, Giorgio Mariuzzo, Lucio Fulci
Musica: Fabio Frizzi
Interpreti principali: Fabio Testi, Ivana Monti, Guido Alberti, Enrico Maisto, Daniele Dublino

Zombi 2 (1979)
Soggetto e sceneggiatura: Elisa Briganti, Dardano Sacchetti
Musica: Fabio Frizzi, Giorgio Tucci
Interpreti principali: Tisa Farrow, Ian McCulloch, Richard Johnson, Al Cliver [Pierluigi Conti], Auretta Gay, Stefania D’amario, Olga Karlatos

Sella d’argento (1978)
Soggetto e sceneggiatura: Adriano Bolzoni
Musica: Franco Bixio, Fabio Frizzi, Vince Tempera
Interpreti principali: Giuliano Gemma, Sven Valsecchi, Ettore Manni, Cinzia Monreale

Sette note in nero (1977)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci, Roberto Gianviti, Dardano Sacchetti
Musica: Franco Bixio, Fabio Frizzi, Vince Tempera
Interpreti principali: Jennifer O’Neill, Gabriele Ferzetti, Marc Porel, Gianni Garko, Evelyn Stewart [Ida Galli], Jenny Tamburi [Luciana Della Robbia]

La pretora (1976)
Soggetto e sceneggiatura: Franco Marotta, Laura Toscano
Musica: Nico Fidenco
Interpreti principali: Edwige Fenech, Raf Luca, Gianfranco Dettori, Mario Maranzana, Carlo Sposito, Walter Valdi, Gianni Agus, Oreste Lionello

Il Cav. Costante Nicosia demoniaco…ovvero Dracula in Brianza (1975)
Soggetto: Lucio Fulci
Sceneggiatura: Pupi Avati, Bruno Corbucci, Mario Amendola, Luci Fulci
Musica: Franco Bixio, Fabio Frizzi, Vince Tempera
Interpreti principali: Lando Buzzanca, Rossano Brazzi, Sylva Koscina, Moira Orfei, Christa Linder, John Steiner, Francesca Romana Coluzzi, Ciccio Ingrassia, Valentina Cortese

I quattro dell’apocalisse (1975)
Sceneggiatura: Ennio De Concini (dai racconti di Francis Brett Harte)
Musica: Franco Bixio, Fabio Frizzi, Vince Tempera
Interpreti principali: Fabio Testi, Lynn Frederick, Michael J. Pollard, Donald O’Brian, Tomas Milian

Il ritorno di Zanna Bianca (1974)
Soggetto: Alberto Silvestri, Roberto Gianviti
Sceneggiatura: Alberto Silvestri, Roberto Gianviti, Lucio Fulci
Musica: Carlo Micheli
Interpreti principali: Franco Nero, Virna Lisi, John Steiner, Yanti Somer, Werner Pochat

Zanna Bianca (1973)
Soggetto: tratto liberamente White Fang di Jack London
Sceneggiatura: Roberto Gianviti, Piero Regnoli, Peter Welbeck, Guy Elmes, Tom Keyes, Guillaume Roux
Musica: Carlo Rustichelli
Interpreti principali: Franco Nero [Franco Sparanero], Virna Lisi [Virna Pieralisi], Fernando Rey, John Steiner

Non si sevizia un paperino (1972)
Soggetto: Lucio Fulci, Roberto Gianviti
Sceneggiatura: Lucio Fulci, Roberto Gianviti, Gianni Clerici
Musica: Riz Ortolani
Interpreti principali: Florinda Bolkan [Florinda Soares Bulcão], Barbara Bouchet [Barbara Goutscher], Tomas Milian [Tomás Quintín Rodriguez], Irene Papas, Virginio Gazzolo

All’onorevole piacciono le donne – Nonostante le apparenze… e purché la nazione non lo sappia (1972)
Soggetto: Lucio Fulci, Alessandro Continenza
Sceneggiatura: Lucio Fulci, Alessandro Continenza, Ottavio Jemma, Luciano Cirri
Musica: Fred Bongusto
Interpreti principali: Lando Buzzanca, Lionel Stander, Laura Antonelli, Corrado Gaipa, Renzo Palmer, Agostina Belli, Anita Strindberg

Una lucertola con la pelle di donna (1971)
Soggetto: Lucio Fulci, Roberto Gianviti
Sceneggiatura: Lucio Fulci, Roberto Gianviti, José Luis Martinez Molla, André Tranché
Musica: Ennio Morricone
Interpreti principali: Florinda Bolkan [Florinda Soares Bulcão], Jean Sorel, Stanley Barker, Anita Strindberg, Alberto De Mendoza

Beatrice Cenci (1969)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci, Roberto Gianviti
Musica: Angelo Francesco Lavagnino, Silvano Spadaccino
Interpreti principali: Tomas Milian, Adrienne La Russa, George Wilson, Antonio Casagrande

Una sull’altra (1969)
Soggetto: Lucio Fulci, Roberto Gianviti
Sceneggiatura: Lucio Fulci, Roberto Gianviti, José Luis Martinez Molla
Musica: Riz Ortolani
Interpreti principali: Jean Sorel, Marisa Mell, Elsa Martinelli, Alberto De Mendoza, Riccardo Cucciolla

Operazione San Pietro (1967)
Soggetto e sceneggiatura: Adriano Baracco, Ennio De Concini, Lucio Fulci, Roberto Gianviti, Adriano Bolzoni
Musica: Ward Swinger
Interpreti principali: Lando Buzzanca, Jean-Claude Brialy, Heinz Ruhman, Uta Levka

Il lungo, il corto, il gatto (1967)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci, Roberto Gianviti, Marino Girolami, Amedeo Sollazzo
Musica: Lallo Gori
Interpreti principali: Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Giusi Raspani Dandolo, Ivy Holzer, Ivano Staccioli

Come rubammo la bomba atomica (1967)
Soggetto e sceneggiatura: Sandro Continenza, Roberto Gianviti, Amedeo Sollazzo
Musica: Lallo Gori
Interpreti principali: Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Julie Menard, Youssef Wahby, Eugenia Litrel

(Le Colt cantarono e fu…) Tempo di massacro (1966)
Soggetto e sceneggiatura: Fernando Di Leo
Musica: Lallo Gori
Interpreti principali: Franco Nero [Franco Sparanero], George Hilton [Jorge Hill Acosta y Lara], Lynn Shayne, Nino Castelnuovo, Tom Felleghy

Come svaligiammo la banca d’Italia (1966)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci, Roberto Gianviti, Amedeo Sollazzo
Musica: Lallo Gori
Interpreti principali: Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Lena Von Martens, Mirella Maravidi, Mario Pisu, Luisa Rispoli

I due parà (1965)
Soggetto: Vittorio Metz, Amedeo Sollazzo
Sceneggiatura: Vittorio Metz, Amedeo Sollazzo, Lucio Fulci
Musica: Piero Umiliani
Interpreti principali: Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Linda Sini, Maria Silva, Monica Randall, Umberto D’Orsi

002 operazione Luna (1965)
Soggetto e sceneggiatura: Vittorio Metz, Amedeo Sollazzo
Musica: Lallo Gori
Interpreti principali: Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Linda Sini, Maria Silva, Monica Randall

Come inguaiammo l’esercito (1965)
Soggetto: Adolfo Brescia, Franco D’Este
Sceneggiatura: Roberto Gianviti, Amedeo Sollazzo
Musica: Enzo Leoni
Interpreti principali: Remo Germani, Alicia Brandet, Gina Rovere, Umberto D’Orsi, Luigi Pavese

I due pericoli pubblici (1964)
Soggetto e sceneggiatura: Castellano e Pipolo [Franco Castellano e Giuseppe Moccia], Lucio Fulci
Musica: Piero Umiliani
Interpreti principali: Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Margaret Lee, Linda Sini, Riccardo Garrone

002 agenti segretissimi (1964)
Soggetto: Vittorio Metz
Sceneggiatura: Vittorio Metz, Amedeo Sollazzo, Lucio Fulci
Musica: Piero Umiliani
Interpreti principali: Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Ingrid Schoeller, Carla Calò

I due evasi di Sing Sing (1964)
Soggetto: Marcello Ciorciolini
Sceneggiatura: Marcello Ciorciolini, Lucio Fulci
Musica: Ennio Morricone
Interpreti principali: Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Arturo Dominici, Gloria Paul, Alicia Brandet

I maniaci (1964)
Soggetto e sceneggiatura: Castellano e Pipolo [Franco Castellano e Giuseppe Moccia], Vittorio Vighi, Mario Guerra, Lucio Fulci
Musica: Ennio Morricone
Interpreti principali: Walter Chiari [Walter Annichiarico], Enrico Maria Salerno, Barbara Steele, Raimondo Vianello, Gaia Germani, Umberto D’Orsi, Sandra Mondaini, Franco Fabrizi, Aroldo Tieri

Gli imbroglioni (1963)
Soggetto e sceneggiatura: Mario Guerra, Vittorio Vighi, Lucio Fulci, Castellano e Pipolo [Franco Castellano e Giuseppe Moccia]
Musica: Carlo Rustichelli
Interpreti principali: Walter Chiari [Walter Annichiarico], Antonella Lualdi, Raimondo Vianello, Dominique Boschero, Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, Aroldo Tieri

Uno strano tipo (1963)
Soggetto: Vittorio Metz
Sceneggiatura: Vittorio Metz, Lucio Fulci
Musica: Detto Mariano [Mariano Detto]
Interpreti principali: Adriano Celentano, Claudia Mori, Donatella Turi, Luigi Pavese, Carlo Campanini

Le massaggiatrici (1962)
Soggetto e sceneggiatura: Oreste Biancoli, Vittorio Metz, Italo De Tuddo, Antoinette Pellevant
Musica: Lallo Gori
Interpreti principali: Sylva Koscina, Cristina Gajoni, Valeria Fabrizi, Marisa Merlini, Ernersto Calindri

I due della legione straniera (1962)
Soggetto: Antonio Leonviola, Roberto Bianchi Montero
Sceneggiatura: Antonio Leonviola, Roberto Bianchi Montero, Dino Di Palma, Arnaldo Marrosu, Giancarlo Del Re, Lucio Fulci, Bruno Corbucci, Gianni Grimaldi
Musica: Luis Enriquez Bacalov
Interpreti principali: Franco Franchi, Ciccio Ingrassia, Rosalba Neri, Alighiero Noschese, Maria Teresa Vianello, Aldo Giuffrè

Colpo gobbo all’italiana (1962)
Soggetto: Mario Carotenuto
Sceneggiatura: Bruno Corbucci, Gianni Grimaldi, Beppe Costa
Musica: Piero Umiliani
Interpreti principali: Mario Carotenuto, Andrea Checchi, Hélène Chanel, Gina Rovere, Aroldo Tieri

Urlatori alla sbarra (1960)
Soggetto e sceneggiatura: Giovanni Addessi, Lucio Fulci, Vittorio Vighi, Piero Vivarelli
Musica: Piero Umiliani
Interpreti principali: Adriano Celentano, Mina, Joe Sentieri, Elke Sommer, Chet Baker, Gaicomo Furia, Mario Carotenuto

I ragazzi del Juke-Box (1959)
Soggetto e sceneggiatura: Lucio Fulci, Piero Vivarelli, Vittorio Vighi
Musica: Eros Sciorilli
Interpreti principali: Tony Dallara, Elke Sommer, Betty Curtis [Roberta Corti], Antonio De Teffè, Fred Buscaglione, Adriano Celentano, Gianni Meccia

I ladri (1959)
Soggetto e sceneggiatura: Roberto Coscia, Nanni Loy, Ottavio Jemma, Marino Onorati, Vittorio Vighi, Lucio Fulci
Musica: Carlo Innocenzi
Interpreti principali: Armando Calvo, Totò [Antonio De Curtis], Giacomo Furia, Giovanna Ralli, Roberto De Simone

Bibliografia consigliata

Nocturno – Dossier L’opera al nero – Il cinema di Lucio Fulci (no. 3, settembre 2003).
Editore Cinema Bis Communication S.r.l., Milano. Per informazioni: www.nocturno.it

Il terrorista dei generi, a cura di Paolo Albiero e Giacomo Cacciatore,
Editore Un Mondo a Parte, Roma, 2003. Per informazioni: www.unmondoaparte.it

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+