Dell’ispirazione. Fellini e Sorrentino

Dell'ispirazione. Fellini e Sorrentino

« Tutta la storia non è che una lunga ripetizione: un secolo plagia l’altro. »
– Victor Hugo

Citazione, plagio, omaggio e copia. “Il mediocre copia, il genio ruba” diceva Picasso. Sorrentino è dunque un genio o un mediocre? Da pochi giorni è stato caricato su YouTube un bel video che affronta l’argomento mettendo in fila le sequenze che mentalmente molti cinefili avevano già accostato nello split screen dei propri ricordi. E il risultato è estremamente gradevole: un breve video saggio che condensa un po’ degli incroci del cinema di Sorrentino con quello di Fellini. Stando ad Hugo, però, viene da domandarsi: ma Fellini da chi copiava? [ag]

 

Dell’ispirazione. Fellini e Sorrentino
A cura di Giuseppe G. Stasi
Montaggio di Giancarlo Fontana
Pubblicato su YouTube il 16 dicembre 2016

 

Paolo Sorrentino non ha mai fatto mistero delle sue fonti di ispirazione. Quando vinse l’Oscar per La Grande Bellezza gridò al mondo quattro nomi: «Scorsese, Taliking Heads, Maradona e… Fellini».
Fellini. San Fellini.
La massima aspirazione di ogni cineasta. Sempre inseguito e mai veramente raggiunto.
Se non da una persona. Paolo Sorrentino.

La straordinaria capacità di quello che forse è uno dei più grandi cineasti contemporanei è quella di farsi incantare a tal punto dalle suggestioni dei film di Fellini, da volerle ricreare con maniacale perfezione, calandole in un contesto nuovo, personalissimo, e suscitando nel pubblico un tumulto di emozioni contrastanti.

I detrattori accusano Sorrentino di scopiazzare.
La verità è che con i suoi film Sorrentino ha composto una lunga, bellissima, dichiarazione d’amore a Fellini.
E per fare una dichiarazione d’amore occorre ironia, incoscienza, dolcezza. E coraggio.
Qualità che in pochissimi possiedono.

Musica: “One With the Freaks” – The Notwist
(dai titoli di coda de “L’Amico di Famiglia”, 2006)

I film di Fellini:
– “Agenzia Matrimoniale” (episodio del film collettivo “L’Amore in Città”, 1953);
– “La Dolce Vita (1960);
– Le Tentazioni del Dottor Antonio (episodio del film collettivo “Boccaccio ’70”, 1962);
– “8 1/2” (1963);
– “Giulietta degli Spiriti” (1965);
– “Toby Dammit” (episodio del film collettivo “Tre Passi nel Delirio”, 1968);
– “Roma” (1972);
– “Amarcord” (1973);
– “Il Casanova di Federico Fellini” (1976);
– “Prova d’Orchestra” (1979).

I film di Sorrentino:
– “Le Conseguenze dell’Amore (2004);
– “Il Divo” (2008);
– “This Must Be The Place” (2011);
– “La Grande Bellezza” (2013);
– “The Dream – by Paolo Sorrentino for Bulgari” (2014);
– “Youth” (2015);
– “The Young Pope” (puntate #4, #5, #6, #8, #9, #10)



L'articolo che hai appena letto gratuitamente a noi è costato tempo e denaro. SOSTIENI RAPPORTO CONFIDENZIALE e diventa parte del progetto!





Condividi i tuoi pensieri

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.