N.B. # Nymphomaniac, Mr. Fox, Luca Ferri, Torino 31, Cahiers du cinéma

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Il 30 novembre si è concluso il 31° Torino Film Festival che ha visto assegnare il premio principale dalla giuria presieduta dal messicano Guillermo Arriaga al film messicano (è un caso o un conflitto di interessi grande come una casa?) Club Sándwich di Fernando Eimbcke. L’elenco dei premi è ovviamente lunghissimo, qui lo trovate per esteso.
Torino 31 ha registrato un incasso in crescita, 267.000,00 € (erano 205 nel 2013), e un incremento di presenze in sala passate dalle 75’000 dell’edizione precedente alle 92’000 unità; tutto questo a discapito degli accreditati che hanno trovato non poche difficoltà per entrare in sala. La logica è stata quella di ridurre il numero di posti riservati agli accrediti e ampliare con decisione il numero di biglietti a pagamento. Ottima scelta visti i tempi, che corrono che però andava un po’ meglio comunicata ai troppi che hanno continuato a sbattere contro ai sold out. Ma c’è un’ottima notizia: il cinema (anche quello da festival) interessa ancora molte persone!

 

Su doppiozero Tommaso Isabella con lo zampino di Gabriele Gimmelli ha pubblicato un’ottima intervista a Luca Ferri dedicata al suo ultimo film, Habitat [Piavoli], presentato in concorso all’ultimo Torino Film Festival (Italia.Doc) e realizzato con Claudio Casazza (distribuzione Nomadica). Un’intervista che da conto di Franco Piavoli ma soprattutto del cinema di Ferri che già con pochi titoli ha saputo ritagliarsi uno spazio nel vuoto del cinema italiano contemporaneo.
Su Rapporto Confidenziale 38 (marzo/aprile 2013) abbiamo pubblicato PREAMBOLO PATAFISICO SUL CINEMA DI LUCA FERRI. CON LA SCANSIONE DI 9 ROTORILIEVI DI DUCHAMP di Giuseppe Spina e Giulia Mazzone (Nomadica).

 

Qui sotto 4 immagini dal set di Fantastic Mr. Fox di Wes Anderson delle 26 pubblicate su Film.com.



 

Puntuali come la morte arrivano le liste dei migliori film del 2013 (anche Rapporto Confidenziale farà la sua, qui l’edizione 2012). Qui sotto l’elenco dei Cahiers du cinéma pubblicato sul numero 695 della storica rivista francese:

1. L’inconnu du lac di Alain Guiraudie | vedi la recensione di RC
2. Spring Breakers di Harmony Korine
3. La Vie d’Adèle di Abdellatif Kechiche | vedi la recensione di RC
4. Gravity di Alfonso Cuaron | vedi la recensione di RC
5. A Touch of Sin di Jia Zhang-ke
6. Lincoln di Steven Spielberg
7. La Jalousie di Philippe Garrel
8. Haewon et les hommes di Hong Sang-soo
9. Les Rencontres d’après minuit di Yann Gonzalez
10. La Bataille de Solferino di Justine Triet

 

Quest’anno il vero film di Natale sarà Nymphomaniac di Lars von Trier (uscirà proprio il 25 dicembre nelle sale danesi). Un film che già dalle locandine (qui ne puoi vedere una selezione by RC) ha fatto parecchio rumore. Qui sotto il trailer, per il piacere di tutti i voyeur (sinonimo di ‘cinefili’).

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+