CRITICA

Il video (non) sono io. “La donna dello smartphone” di Fabio Del Greco

Il video (non) sono io. “La donna dello smartphone” di Fabio Del Greco

La donna dello smartphone è un film doppio, se non triplo, la visione di una visione (di una visione). Lo spettatore, in genere passivo, è costretto ad attivarsi, scindere la percezione, sdoppiare lo sguardo, assistere incautamente a una vicenda binaria, fluida quanto accidentata, perdersi in un labirinto ottico dove si perdono pure i personaggi. Un vecchio uomo (Fabrizio Rendina) trova

Sull’orlo dell’abisso infuocato. “La casa dell’amore” di Luca Ferri

Sull’orlo dell’abisso infuocato. “La casa dell’amore” di Luca Ferri

Laddove è la tenebra – ci dicono le Sacre Scritture e l’esperienza – regna la morte. Laddove vi sia distanza fra amanti, colà è la morte. Eros, condotto fin sul limine della pervertita follia (“Maschere, maschere, acciecate Eros!” – scrisse Rilke; come dargli torto?), s’accompagna da sempre a thanatos (la morte) perché dove sorga un qualsiasi speranzoso moto d’amore, a

Hammamet, casa

Hammamet, casa

La casa per l’italiano è oltre il riparo e il comfort. È simbolo d’una appartenenza di classe con cui misurare l’essere o manipolarlo. Hammamet s’apre con un Favino-Craxi (“Mi sembrava resuscitato Craxi, quando l’ho visto!”, così una signora bene dietro di me, in sala) rivolto al compagno di partito Vincenzo: “Hai una bella casa, no?”. Il simbolo della presidenza è

Congedo. Sulla musica contemporanea

Congedo. Sulla musica contemporanea

Viviamo un paradosso: non molte o perlopiù di scarso rilievo sono le esecuzioni di musica contemporanea di buona qualità, eppure i compositori non hanno mai scritto così tanto. Sfogliando i numerosi, infiniti cataloghi che la rete fornisce – avvilendo anziché fomentando le capacità di provare della gioia per questo moltiplicarsi vertiginoso di dati e materiali, testi descrittivi, opinioni in merito,

L’eloquenza del silenzio. Note critiche sul “Joker” di Todd Phillips

L’eloquenza del silenzio. Note critiche sul “Joker” di Todd Phillips

L’alta industriosità di Joker va riconosciuta con ogni riguardo. Prodotto di impeccabile funzionalità, tesoro di genialità capitalistica! Prova di incomparabile conoscenza dei mass media! Prodigiose intuizioni in materia di sadismo di massa, plusvalore, plusprodotto, analisi di mercato, distribuzione al minuto. Provocando interclassiste eccitazioni senza precedenti, e turbamenti innominabili, anche presso quella borghesia assatanata che sta riscoprendo la Crudeltà (già correntemente

Verso “Archivio Aperto 2019”. Conversazione con Paolo Simoni

Verso “Archivio Aperto 2019”. Conversazione con Paolo Simoni

La sede di Home Movies sta dentro a un portone che si apre sotto i portici di via Sant’Isaia, a Bologna, nell’ammezzato dell’Istituto Storico Parri. L’edificio un tempo fu un Monastero delle Monache di S. Mattia e dall’epoca della sua fondazione – la prima pietra fu posata nel 1376 – il mondo esterno è mutato innumerevoli volte. Che dentro alle

Il XVIII Mille Occhi

Il XVIII Mille Occhi

“In questa camera chiusa, solo il gran sacerdote è sceso tenendosi a una corda, come un secchio nelle profondità di un pozzo.” – Antonin Artaud, Eliogabalo o l’anarchico incoronato L’“Elegia” per violoncello e pianoforte op. 24 di Fauré conclude l’opus maximum “Al primo soffio di vento” di Franco Piavoli – premio Anno Uno di quest’eroica XVIII edizione del Festival dei